PAOLA TAVERNA. IPSE DIXIT

PAOLA TAVERNA. IPSE DIXIT

Taverna: “Una torta di letame e sopra la ciliegina Boschi. Si prevedono inondazioni di vomito da chi con un NO pensava di essersi tolti dalle palle”. Così parlò, riferendosi al neonato esecutivo, Nostra Signora dei Cinque Stelle e l’allarme non è tanto nella scelta del linguaggio squadrista quanto nell’appeal che questo linguaggio esercita su un italiano su tre se. Alzo le mani, anche se non vorrei, di fronte all’attuale deriva populista che attraversa l’occidente. Ha da passà a nuttata. Mentre l’America assaggerà la cura Trump noi ce la vedremo con gli scientologi grillini, e all’alba troveremo molte macerie. Ai nostri nipoti la sfida della ricostruzione. In mezzo un’altra generazione perduta.



Potrebbero interessarti anche questi post

I RIFUGIATI E NOI Alle porte di Roma uno dei più grandi centri di accoglienza per richiedenti asilo. Ecco come funzionano i CARA fra realtà e pregiudizi. Sono meno di ...
I miei anni a Radio Anch’io | FIORELLO E MASSIMO LOPEZ Ascolta l'intervento di Fiorello e Massimo Lopez a Radio Anch'Io del 14 luglio del 2011 in occasione di una puntata dedicata alla radio. Divertenti le...
CARPI. LA PRIMAVERA E’ FINITA. Rimesso in piedi dopo il terremoto nei tempi stabiliti, il centro storico Carpi è oggi pieno di vita. Dai baretti di piazza Garibaldi, al moltiplicars...
TUMORE AL POLMONE. NUOVE SPERANZE DA UNA RICERCA ITALIANA. Identificato, all'Università La Sapienza, un nuovo bersaglio terapeutico. "Un passo molto importante per la complessa biologia dell'adenocarcinoma...