TIFO POLITICO. PEGGIO DEI GRILLINI SOLO GLI ULTRA’ DI RENZI

TIFO POLITICO. PEGGIO DEI GRILLINI SOLO GLI ULTRA’ DI RENZI

Amplificata dai social la nuova vicenda Boschi-Etruria-De Bortoli evidenzia come il tifo politico sia ancora capace di accecare gli opposti schieramenti.

 

Chi mi conosce, soprattutto chi mi segue su Facebook e Twitter,  sa bene quanto io abbia difeso, benchè imperfette, le riforme del governo Renzi e quanto mi sia scaldato per sostenere la necessità di votate SI al referendum costituzionale del dicembre scorso. E chi mi legge, così come chi ha condiviso questa battaglia perduta, sa quanto i sostenitori dell’altro fronte ci abbiano riversato addosso accuse di renzismo, di piaggeria, di opportunismo, eccetera eccetera. Improperi da osteria nei quali lo specialista è il movimentista grillino. Mezza parola sulla giunta Raggi, una battuta anche scherzosa sulle sgrammaticature di Di Maio e giù gli insulti. Bastonate per ora solo verbali.

Non mi era ancora capitato, al contrario, essendo stato a lungo, impropriamente, accostato a loro, di assaggiare l’irritazione del bigottismo renzista. Chi tocca Boschi muore. Altro che i tempi in cui il militante comunista era pronto a sostenere che i coccodrilli volano se lo diceva Togliatti. Tutti pronti oggi a mettere la mano sul fuoco che Maria Elena mai e poi mai può avere “suggerito” all’AD di Unicredit di visionare la pratica Etruria. Quell’incontro fu solo un brindisi, diamine. E se dici il contrario so’ botte da orbi.  Tutti con Matteo, anche gli stessi che cinque mesi fa lo affossarono, forse definitivamente, a giurare che De Bortoli è animato da un rancore profondo spiegabile solo col rifiuto del premier di fargli dirigere la RAI. Ma quando mai? Il potere renziano a viale Mazzini? E allora l’editto bulgaro? Proprio come “e allora il PD?”.

Signori, non se ne esce. Buona domenica e buona fortuna.



Potrebbero interessarti anche questi post

VUOI VOTARE? DIMOSTRA DI CONOSCERE LE REGOLE DELLA DEMOCRAZIA La patente per votare. Inaspettato esito di un'inchiestina senza pretese partita con una provocazione su Facebook.     Fatti salvi al...
CONTE E L’8 SETTEMBRE. UNA GAFFE CHE LA DICE LUNGA. Il premier Conte scivola sull'8 settembre. Parlando a un incontro pubblico cita la data come l'inizio della ripresa dell'Italia. Un Paese che fino a p...
CON FATIMA CONTRO IL VELO. DA BOLOGNA LA RISCOSSA DELLE GIOVANI IMMIGRATE. La denuncia di una giovane immigrata bengalese rivela le coercizioni familiari dietro l'imposizione del velo. Rasata a zero dalla madre perchè fuori c...
NIZZA 2016. SIMONETTA ZAULI RACCONTAVA. Nizza 2016. Il terrore sul lungomare. Tra i presenti Simonetta Zauli, indimenticabile conduttrice di Radio1 Rai, che la mattina dopo raccontava... ...