BOCCALETTI. LE DOMANDE ALLE RISPOSTE CHE NON HO RICEVUTO

BOCCALETTI. LE DOMANDE ALLE RISPOSTE CHE NON HO RICEVUTO

Concludo le interviste ai candidati sindaco, e consiglieri, di Carpi pubblicando le domande che, come per tutti gli altri, ho inviato a Federica Boccaletti, la sfidante leghista di Alberto Bellelli.

 

 

Federica Boccaletti, 44 anni, in politica da dieci con la Lega, è, tra gli sfidanti al sindaco uscente la candidata più accreditata per il ballottaggio. Ballottaggio che, per Carpi, sarebbe il primo in assoluto. Lo stesso Alberto Bellelli ha detto “la mia avversaria è la Boccaletti”.

Pubblicista nella redazione di Radio Bruno, Boccaletti è stata scelta come rappresentante di tutto il centrodestra, e non senza polemiche, all’inizio dell’anno. In precedenza ebbe un’esperienza come addetta della vicepresidente leghista del Senato Rosi Mauro.

Tra i candidati sindaco Federica Boccaletti è stata sicuramente la meno attiva: poche uscite pubbliche, tra le quali quella accanto a Salvini la settimana scorsa, e niente social. Sicurezza della vittoria trainata dal vento leghista alle europee? O poca voglia di vincere davvero viste le insidie della carica di sindaco?

Per quanto mi riguarda non lo so. Non ho avuto mai risposta alle domande che, come per tutti gli altri candidati che ho intervistato, le ho inviato via mail. Domande che erano le seguenti e alle quali, visto l’approssimarsi del silenzio elettorale, temo che non avrò risposta.

1 – Lei è stata scelta come candidato del centro destra agli inizi dell’anno un po’ a sorpresa e con un certo rammarico per altri che ci speravano. E’ stata una sorpresa anche per lei? L’ipotesi, più che concreta, di dover amministrare una città di 70mila abitanti non la spaventa? Qual è la sua formazione?

D – Al primo posto la sicurezza. Il suo programma è chiaro e in una Carpi che avverte in modo problematico la presenza degli immigrati ha sicura presa. E dal secondo punto in poi a che cosa pensa? Che cosa farà nei suoi primi cento giorni?

D – Il sindaco uscente sta presentando i suoi assessori in caso di elezione. E la sua squadra da chi sarà composta?

D – Tra i candidati carpigiani lei è quella meno attiva sui social. E’ la tranquillità di una volata che sarà comunque tirata dal voto europeo? Che cosa ne pensa dello scandalo in Comune a Legnano, città per dimensioni e economia certamente sovrapponibile a Carpi?

 

 

Ringrazio i numerosi lettori, soprattutto carpigiani, che mi hanno seguito. Nel caso ci ritroviamo al ballottaggio.