Fanatismo religioso nel cuore dell’Emilia

Fanatismo religioso nel cuore dell’Emilia

Eco internazionale per la ‘Deposizione’ dello scandalo

Sicuramente avrete sentito dell’episodio di giovedì a Carpi, in Emilia, dove un fanatico ha aggredito Andrea Saltini, il pittore autore della mostra scandalo Gratia Plena, accusata di blasfemia per l’interpretazione poco convenzionale che  ha dato degli episodi rappresentati sulla vita di Cristo. Pietra dello scandalo, in particolare, una Deposizione dove si vede Cristo disteso, nudo, con un uomo chino su di lui in un atto che molti hanno frainteso.

Critiche scoppiate già settimane fa, quando la mostra fu inaugurata dentro la Chiesa di San’Ignazio a Carpi; polemiche che la Diocesi disinnescò difendendo totalmente l’opera dell’artista.

Fino a giovedì 28, appunto, quando un uomo, col volto travisato da una parrucca e da una mascherina chirurgica, è entrato, ha sfregiato il quadro e quando l’artista, che era presente, lo ha affrontato per tutta risposta lo ha aggredito con una coltellata al collo. Artista che se l’è cavata con pochi punti di sutura.

Fino a qui la storia che, come era prevedibile, ha avuto una eco a livello internazionale. Per cui vi citiamo alcuni titoli.

Cominciamo dall’Austria dove Kath Press, Agenzia di Stampa Cattolica, titola: “Italia: Pittore di un quadro suggestivo di Gesù ferito con un coltello”   Articolo che interpreta che l’uomo chino sul Cristo deposto sia Longino, il centurione romano che premette una mano sul costato per accertarsi che fosse morto, come riporta il Vangelo secondo Giovanni.

Ampia la copertura da parte della stampa francese. Liberation: “In Italia, un dipinto ritenuto blasfemo è stato vandalizzato in una chiesa, il suo autore è stato ferito” Liberation che cita le polemiche innescate dai cattolici ultraconservatori che con una petizione di protesta avevano raccolto 30mila firme.

Sempre dalla Francia, 20 minutes: “Italia, artista accusato di blasfemia aggredito in Chiesa”.

Po Times of Malta: “Artista italiano ferito nella protesta contro la blasfemia nella chiesa di Carpi”.

Infine dall’Argentina Los Andes e il suo titolo “Un artista italiano accusato di blasfemia è stato accoltellato mentre esponeva le sue opere in una chiesa di Carpi”

 

 

 

Ora il sommario degli altri articoli contenuti in questo Ristretto Italiano. Si torna a parlare, dentro e fuori il nostro Paese, dell’inverno demografico che stiamo attraversando. Ieri l’Istat ha pubblicato i dati relativi al 2023 e ora il Financial Times, da Londra, titola “Le nascite italiane scendono al minimo storico”

E rimanendo sempre sugli interventi a carattere sociale apprendiamo da France Info che “Il Comune di Firenze introduce il salario minimo”

“Learning Italian”, sito per gli stranieri che vogliono familiarizzare con la nostra lingua, elenca le celebrità di Hollywood che qualche parola di Italiano la spicciano.

Ci incamminiamo verso i sorrisi finali. Su molte testate e siti turchi, ma anche sull’Irish Times, da Dublino, si rincorre il video in cui il premier libanese, all’aeroporto ad attendere la Meloni sotto la scaletta, bacia la prima bionda che scende. Che non è la Meloni. “Giorgia on my mind” titola l’Irish Times.

Per il brivido dell’addio potete vedere anche voi il video pubblicato da Le Parisien con il filmato della seggiovia di Cervinia colpita da raffiche di vento a cento all’ora quando ancora tutti gli sciatori non erano stati messi in salvo. Altro che ponte tibetano. Quei minuti devono essere stati da infarto conclamato.

Buona Pasqua a tutte e a tutti voi. E anche buona Pasquetta. Noi ci ritroviamo martedì.