Ristretto Italialo – 27 febbraio 2022

Ristretto Italialo – 27 febbraio 2022

Sanzioni: anche l’Italia ora favorevole alla sospensione della Russia dal sistema bancario SWIFT. Rincari energetici: inevitabile battuta d’arresto per la transizione. E’ l’Italia il Paese destinato ad accogliere il maggior numero di profughi ucraini.

Italia e Cipro non sono più contrarie all’espulsione della Russia dal sistema bancario Swift come sanzione contro l’invasione dell’Ucraina. E questa una delle maggiori notizie di rilevanza internazionale che oggi ci riguardano. Il sistema SWIFT è quelle che presiede alla esecuzione dei bonifici internazionali. Come riportato da EuropaPress, Mario Draghi lo ha comunicato al premier ucraino Zelensky che, circa la nostra opposizione a quella sanzione particolare, venerdì si era dimostrato critico e dispiaciuto. Ammorbidimento italiano che ha anche risolto l’impasse, riferito da Draghi, che Zelenskyi non aveva risposto a una sua telefonata. “La prossima volta – ha ironizzato il presidente ucraino – cambierò i tempi della guerra”

https://www.europapress.es/internacional/noticia-chipre-compromete-ucrania-no-bloquear-salida-rusia-swift-20220226103034.html

A Deutsche Welle, dalla Germania, non sfugge la venatura polemica di Draghi che, parlando dell’inevitabile battura d’arresto alla transizione energetica dovuta alla crisi del gas russo, ha avuto velate parole di critica contro i precedenti governi che anziché diversificare gli approvigionamenti di gas hanno aumentato gli acquisti dalla Russia. Draghi non ha escluso che per un certo periodo si debbano tornare ad accendere le centrali a carbone.

https://www.dw.com/es/italia-se-prepara-para-una-posible-crisis-energ%C3%A9tica/a-60916259

L’Italia è uno dei Paesi destinati ad accogliere il maggior numero di profughi ucraini. Lo scrive Aire De Santa Fe, dall’Argentina, in considerazione che l’Italia è da tempo il Paese col maggior numero di expat ucraini, l’80 per cento dei quali donne occupate nei servizi di assistenza alla persona. E’ quindi presumibili che saranno raggiunte dai loro familiari.

https://www.airedesantafe.com.ar/internacionales/exodo-ucraniano-italia-va-ser-uno-los-paises-elegidos-venir-n278256

Meglio tardi che mai, le autorità portuali di Lampedusa hanno cominciato a rimuovere le decine di barche dei migranti abbandonate da mesi nei pressi del porto. Ne dà notizia il canale arabo di info migrants; il sindaco lo chiedeva da tempo in considerazione anche del danno ambientale che queste provocano. Le imbarcazioni, alcune delle quali anche molto grandi, in caso di forte vento e mareggiate hanno rappresentato un serio pericolo per le strutture del porto. Va inoltre considerato che, a differenza di quelle piccole, il loro smaltimento non è semplice e deve seguire procedure rigorose. L’articolo cita poi un’organizzazione umanitaria che ha deciso di sfruttare il legno delle imbarcazioni piccole per costruire strumenti musicali.

https://www.infomigrants.net/ar/post/38693/%D8%A7%D9%8A%D8%B7%D8%A7%D9%84%D9%8A%D8%A7-%D8%AC%D8%B2%D9%8A%D8%B1%D8%A9-%D9%84%D8%A7%D9%85%D8%A8%D9%8A%D8%AF%D9%88%D8%B2%D8%A7-%D8%AA%D8%A8%D8%AF%D8%A7-%D8%A8%D8%A7%D8%B2%D8%A7%D9%84%D8%A9-%D9%82%D9%88%D8%A7%D8%B1%D8%A8-%D8%A7%D9%84%D9%85%D9%87%D8%A7%D8%AC%D8%B1%D9%8A%D9%86-%D8%A7%D9%84%D9%85%D8%B1%D9%85%D9%8A%D8%A9-%D8%B9%D9%84%D9%89-%D8%B3%D9%88%D8%A7%D8%AD%D9%84%D9%87%D8%A7

Il quotidiano coreano Hankyoreh pubblica l’interessante studio di un gruppo di ricercatori italiani della facoltà di veterinaria dell’Università di Milano sul senso del lutto interspecie nei cani domestici. E hanno scoperto che, all’interno delle famiglie che tengono in casa due o più cani, quando uno di loro muore, non solo i proprietari attraversano un periodo di turbamento emotivo ma anche gli altri cani del gruppo. E, dicono i ricercatori, è qualcosa che va oltre l’empatia col proprietario e il suo dolore; è diverso, per esempio, da quando il proprietario vive un lutto per la perdita di un umano. Per esempio aumenta la ricerca di attenzione da parte degli umani della famiglia, sono meno attivi, mangiano meno e dormono di più. E questo anche se non vedono direttamente il corpo senza vita del compagno a quattro zampe.

https://www.hani.co.kr/arti/animalpeople/companion_animal/1032598.html