Ristretto Italiano – 10 febbraio 2022

Ristretto Italiano – 10 febbraio 2022

Protezione dell’ambiente in Costituzione: ora fare le leggi. Financial Times di nuovo sul Quirinale: perduta l’occasione di una donna presidente. Nuovo AD al Monte dei Paschi: le borse apprezzano. Ma salgono anche i rendimenti dei BTP.

L’Italia rende la Costituzione più verde, ora gli ambientalisti chiedono l’azione. Questo il titolo del lancio d’agenzia Reuters, ripreso da numerose testate internazionali, dopo l’approvazione della modifica di due articoli della Costituzione che rende imprescindibile la salvaguardia dell’ambiente, degli animali, delle foreste e dei mari anche nell’interesse delle generazioni future. Scriverlo in Costituzione però non basta – annota l’agenzia britannica. Dal 2011, per esempio, l’Italia ha in costituzione il pareggio di bilancio, cosa mai vista, o ancora, e da sempre, il ripudio delle guerre… eppure sono più di uno i conflitti cui abbiamo preso parte. Il passo successivo è quindi, ora, l’approvazione di leggi precise che salvaguardino questi principi. Ma già la scarsa importanza che la stampa nazionale ha dato a questa notizia non lascia ben sperare…

https://www.usnews.com/news/world/articles/2022-02-08/italy-makes-protecting-environment-part-of-constitution

Financial Times, testata economiche tra le più autorevoli al mondo, torna, dopo due settimane, all’occasione perduta di una donna al Quirinale. Ci torna con una lettera dei lettori, un commento da Cambridge a firma Tania Elliot. La quale scrive che a suo avviso riportare Sergio Mattarella alla presidenza può essere utile nel breve periodo, ma è un espediente che trascura le sorti dell’Italia a lungo termine. Oltretutto si è persa l’occasione di promuovere alla carica più alta una donna come Elisabetta Belloni o una come Marta Cartabia; entrambe più giovani di Mattarella e non invischiate nella politica di partito. Il bis di Mattarella, come con Napolitano nel 13, non è altro che un rimandare il problema dopo il quale si torna al business as usuale.

https://www.ft.com/content/2bd38357-f2f0-4f5b-bc19-c10f4176631f

Le borse hanno dato il proprio benvenuto al nuovo amministratore di Monte dei Paschi, Luigi Lovaglio, facendo guadagnare all’Istituto Senese il 6,7 per cento. Lo scrive l’agenzia spagnola EFE interpretandolo come un apprezzamento concreto al segnale di discontinuità dato dal Tesoro mentre questi tratta, con Bruxelles, i tempi per la privatizzazione. Gli acquisti di martedì hanno portato a una capitalizzazione di 993 milioni di euro recuperando circa la metà di quanto perduto nel 2020.

https://es.noticias.yahoo.com/banco-italiano-mps-sube-6-174942379.html

E, per rimanere in tema di mercati, CNBC titola: Il mercato obbligazionario italiano si scalda coi timori dell’inasprimento della BCE e la frammentazione politica. Benché l’elezione del Presidente Mattarella sembri avere scongiurato l’instabilità politica – leggo – i mercati restano diffidenti sul futuro della terza economia più grande d’Europa. Il rendimento dei titoli di stato a 10 anni è salito di circa 5 punti, ai massimi dall’aprile 2020. Nel 2022 potrebbe finire la tregua della BCE che dal 2011 ha bloccato l’aumento dei tassi e questo riguarda tutta la periferia meridionale dell’Unione. Per quanto riguarda il problema aggiuntivo italiano c’è poi la frammentazione politica del Parlamento e il suo impatto sulla crescita.

https://www.cnbc.com/2022/02/09/italy-bond-market-heats-up-amid-ecb-tightening-and-political-divide.html

Via da domani le mascherine obbligatorie in Italia. La notizia compare su numerosi siti stranieri che da sempre seguono con attenzione l’esperimento Italia. Fino al 31 marzo, però, spiega da Madrid La Nacion, resta l’obbligo di portarle al chiuso.

https://www.lanacion.com.ar/agencias/italia-elimina-el-uso-obligatorio-de-mascarillas-en-exteriores-a-partir-de-este-viernes-nid08022022/