Ristretto Italiano – 11 giugno 2021

Ristretto Italiano – 11 giugno 2021

Euro 2020 si comincia: gli occhi del mondo su Roma; Italia-Emirati Arabi: sfiorato l’incidente diplomatico; sequestrata per due anni in un allevamento di cavalli: finito l’incubo della giovane tedesca; Italia deferita alla Corte di Giustizia Europea: troppo arsenico nell’acqua potabile.

Gli occhi del mondo puntati sull’Italia, oggi, per l’inizio degli Europei di Calcio con la partita inaugurale Italia-Turchia. I bookmaker – scrive Sport 24 dalla Russia – danno gli azzurri a 1.54, il pareggio a 3.90 e la vittoria dei turchi a 8.20. L’Italia – commenta il portale olandese VPN Gids – ha buone chance per vincere l’intero campionato e, aggiunge, per quanto riguarda la partita di stasera, che ci sarà un tocco olandese con l’arbitro Danny Makkelie. ||| La nostra nazionale si è preparata in Germania – scrive la testata turca Fotomac – dove ha fatto un lungo lavoro sulla tattica prima dell’incontro con l’Italia.

https://sport24.ru/news/football/2021-06-10-turtsiya—italiya-prognoz-i-koeffitsiyenty-bukmekerov-na-match-yevro-2020-11-iyunya-2021

https://www.vpngids.nl/nieuws/live-openingswedstrijd-ek-voetbal-2021-kijken-turkije-italie-overal-ter-wereld/

https://www.fotomac.com.tr/euro-2020/haberler/2021/06/08/turk-milli-takimi-italya-maci-oncesi-taktik-calisti

Frizioni tra Roma e Abu Dhabi dopo che l’Italia ha vietato la vendita di armi a Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita a causa della partecipazione dei due paesi al conflitto in Yemen. Martedì scorso, infatti, a un C130 dell’Aeronautica non è stato permesso di sorvolare gli Emirati; a bordo c’erano giornalisti e funzionari diretti a Herat per la cerimonia del ritiro dell’Italia dall’Afghanistan. L’aereo è stato costretto a una rotta più lunga con conseguente ritardo per tutto il cerimoniale. Trovo la notizia sul tabloid algerino Elkabar che parla della convocazione dell’ambasciatore di Abu Dhabi alla Farnesina.

https://www.elkhabar.com/press/article/187837/%D8%A7%D9%8A%D8%B7%D8%A7%D9%84%D9%8A%D8%A7-%D8%AA%D8%B3%D8%AA%D8%AF%D8%B9%D9%8A-%D8%B3%D9%81%D9%8A%D8%B1-%D8%A7%D9%84%D8%A5%D9%85%D8%A7%D8%B1%D8%A7%D8%AA/

Se Roma piange Parigi di certo non ride. Italia e Francia, infatti, sono state deferite alla Corte di Giustizia Europea dalla Commissione Europea per non avere rispettato le norme sul trattamento delle acque. Problemi anche per Budapest . Ne scrive Le Figaro precisando che per quanto riguarda i francesi non sono stati rispettate le normative sul trattamento delle acque reflue – i comuni francesi individuati tra quelli con più di 2000 abitanti sono più di cento – per quanto riguarda noi, invece, il vero problema è l’acqua potabile che non sempre è esattamente bevibile. Soprattutto nel Lazio, tra Roma e Viterbo, i livelli di arsenico sono da tempo superiori ai parametri fissati.

https://www.lefigaro.fr/flash-eco/traitement-des-eaux-france-italie-et-hongrie-renvoyees-devant-la-justice-de-l-ue-20210609

Ampio spazio, sulla rete tedesca RTL, alla vicenda della giovane diciannovenne arrivata in Italia dalla Germania due anni fa in cerca di una vita diversa e ha vissuto invece sequestrata dal fidanzato pachistano in un appartamento attiguo a un allevamento di cavalli nella campagna a nord di Roma. Violenze sessuali e fisiche subite ogni giorno dal giovane cui aveva creduto e da un suo connazionale. Complice il lockdown l’occasione per fuggire non si è presentata fino a questa settimana quando la ragazza è riuscita a consegnarsi ai carabinieri di Cesano. Ora si trova in una comunità in attesa dell’arrivo dei genitori. I due aguzzini sono in carcere a Rieti.

https://www.rtl.de/cms/italien-deutsche-19-fluechtet-nach-2-jahren-gefangenschaft-und-missbrauch-4774093.html

Due piccolissimi comuni, uno in Piemonte e uno in Francia, scoprono di avere praticamente lo stesso nome e caratteristiche molto simili e decidono di gemellarsi. Trovo la notizia sul quotidiano locale francese La Nouvelle Republique. I comuni sono Luzillé – borgo montano di 902 abitanti nel dipartimento dell’indra e Loira – e Lusiglié – 548 abitanti nell’Alto Canavese, tra Torino e Aosta. Fu proprio il sindaco piemontese, nel 2019, ad accorgersi dell’assonanza e a cercare l’omologa francese, Anne Marquenet-Jouzeau. La pandemia li ha costretti a conoscersi in videoconferenza e, una volta verificati gli obiettivi comuni su agricoltura, artigianato, negozi, associazionismo hanno fatto, diciamo, il grande passo. Venerdì della settimana scorsa il primo incontro in presenza. E, sempre come si dice, se son rose fioriranno…

https://www.lanouvellerepublique.fr/indre-et-loire/commune/luzille/un-jumelage-avec-la-ville-italienne-de-lusiglie