Ristretto Italiano – 12 aprile 2022

Ristretto Italiano – 12 aprile 2022

Accordo algerino: da subito il 50 per cento di gas naturale in più per neutralizzare la minaccia russa. Dimissioni di Draghi a agosto e elezioni entro l’anno: questa l’ipotesi di un sito cospirazionista francese. L’arresto muscolare di un senegalese a Firenze: protesta ufficiale di Dakar.

Sarebbe intorno al 50 per cento l’aumento delle importazioni di gas naturale dall’Algeria secondo l’accordo firmato ieri da Mario Draghi a Algeri. La stima è pubblicata da Bloomberg che parla di 9-10 miliardi di metri cubi in più entro la fine del 2022. Nel 2021 l’Italia ha ricevuto complessivamente dall’Algeria circa 21 miliardi di metri cubi di gas e 29 dalla Russia. D’ora in poi sarà l’Algeria il nostro primo fornitore. Sempre secondo fonti di Bloomberg l’accordo non prevede solo un aumento delle importazioni ma include anche un pacchetto di investimenti congiunti nelle energie rinnovabili.

https://www.huffingtonpost.es/entry/italia-incremento-50-importaciones-gas-argelino_es_6253edafe4b0be72bfebcad9

Mario Draghi pronto a dimettersi in agosto. La notizia è pubblicata dal sito francese Médias-Presse Info, una testata di estrema destra che, va detto, ama cavalcare le tesi cospirazioniste del momento. Quindi, fatta la doverosa tara, passo al rumor secondo il quale, dopo avere presentato a luglio la finanziaria per il 2023, il nostro premier saluta e se ne va. In questo modo lascerebbe gestire a altri la patata bollente ancora irrisolta delle pensioni e, ancora di più, le conseguenze della crisi energetica sul riscaldamento invernale. Le sue dimissioni, sempre secondo médias-presse info aprirebbero le strade alle elezioni anticipate d’autunno. Vi ho detto la fonte. Vedremo il seguito.

https://www.medias-presse.info/italie-le-banquier-mario-draghi-a-deja-programme-sa-demission/154742/

Il Senegal, attraverso una protesta ufficiale del Ministero degli Esteri di Dakar, ha stigmatizzato il modo definito “muscolare” con cui un venditore abusivo senegalese è stato arrestato a Firenze, sul Lungarno Acciaiuoli. Il tutto documentato con un video ripreso da un passante e diventato virale sui social. Al punto che è arrivato a Dakar. Nel filmato si vedono due agenti in borghese della municipale uno dei quali blocca l’immigrato con un braccio attorno al collo, faccia sull’asfalto, vicino alla sua bicicletta. I passanti, almeno dalle voci registrare, che prendono le difese della vittima e uno dei due agenti che minaccia pure loro di interruzione di pubblico servizio. Nel comunicato ufficiale del governo senegalese si parla di trattamento razzista, inumano e degradante. E l’ambasciatore di Dakar a Roma è stato mandato a Firenze per seguire il caso da vicino.

https://www.pressafrik.com/Arrestation-musclee-d-un-Senegalais-en-Italie-le-Senegal-denonce-un-traitement-raciste-inhumain-et-degradant_a246656.html

Una vasca sacra, con le funzioni di centro cerimoniale e osservatorio astronomico, perfettamente allineata con le stelle da oltre 2500 anni, è stata individuata sull’Isola di San Pantaleo, Sicilia Occidentale, tra Marsala e Trapani. Ne scrive l’edizione spagnola del National Geografic. Per anni, almeno dagli scavi del 1920 a oggi, si pensò che il sito corrispondesse a un antico porto fenicio, soggetto a commerci e scambi militari. Oggi invece, un secolo dopo, un team di archeologi della Sapienza di Roma ha trovato sotto terra un’antica vasca sacra che non poteva che essere il fulcro di un complesso religioso dell’epoca. Lo studio è stato validato a marzo dalla rivista Antiquity. E’ stato inoltre scoperto che il rettangolo della vasca è perfettamente allineato con le stelle per cui l’ipotesi odierna è che si trattasse allo stesso tempo di un sito eretto in onore del dio Ba’al e di una mappa del cielo.

Así es el polémico experimento que pretende sacrificar a 32 cachorros beagle en España

Spopola in Francia la tendenza a impartire nomi italiani alle bambine. Mai come oggi, scrive l’edizione francese di Cosmopilitan, si sono sentiti all’anagrafe nomi come Chiara, Angelina, Camelia, Carla, Donatella. Nomi naturalmente ispirati a personaggi celebri del glamour italico e che richiamano donne come Versace, Bruni, Mastroianni… e pazienza se li pronunceranno con l’accento sulla ‘a’. E, oltre a registrare la moda, Cosmopolitan si spinge a suggerirne altri. Come Amalia, Evelina, Gemma, Ornella, Serena e Virginia.

https://www.cosmopolitan.fr/25-prenoms-italiens-pour-une-petite-fille,2056278.asp

 

Tags: