Ristretto Italiano – 12 luglio 2022

Ristretto Italiano – 12 luglio 2022

Prima o dopo ferragosto? l’Italia flirta con un’altra crisi di governo.  Dalla Russia un terzo di gas in meno, ma non è ancora stato di allerta. I tanti misteri sui Bronzi di piace nel cinquantennale del loro ritrovamento.

L’Italia flirta con un’altra crisi di governo. Lo scrive El Pais, da Madrid, la città dove peraltro il nostro premier, appena una decina di giorno fa, è stato fotografato mentre, in visita al Prado, aveva il cellulare in mano per gestire i mal di pancia dei cinque stelle. Il fatto è, spiega l’inviato, Daniel Verdù, che con l’avvicinarsi delle elezioni i partiti devono riacquistare visibilità; durante i sedici mesi di governo sono rimasti troppo diluiti nella compagine di Draghi. Ora il filo del rasoio è rappresentato dalle nove condizioni poste da Conte per rimanere e Draghi ha tempo fino alla fine del mese per dare una risposta che si immagina non potrà essere positiva. E la realtà, continua l’inviato del Pais, è che il cinque stelle ora è una bomba a orologeria fuori controllo. L’Italia – conclude il servizio – è da sempre agli antipodi di qualsiasi certezza politica e la domanda, oggi, è se la rottura si consumerà prima o dopo le ferie. Con o senza mojito, per richiamare la rottura ferragostana di Salvini tre anni fa.

https://elpais.com/internacional/2022-07-11/italia-coquetea-con-otra-crisis-de-gobierno.html

Eni ha ricevuto ieri un terzo di gas in meno dalla Russia rispetto ai volumi medi forniti negli ultimi giorni. Un giro di vite contro l’Italia del quale parlano le maggiori testate internazionali. Il fermo del gasdotto Nord Stream 1 era programmato per manutenzione, ma la preoccupazione rimane.L’Italia – scrive Reuters – sta cercando faticosamente, di svezzarsi da Gazprom con l’obiettivo di raggiungere, mi modi differenziati, lo stoccaggio del 90 per cento a fine anno. Ora siamo attorno al 64 per cento e al momento il governo non ritiene di attuare il piano di emergenza composto da tre fasi. I nuovi fornitori arriveranno ma, ragionevolmente, non molto prima del 2024.

https://www.reuters.com/business/energy/eni-receive-reduced-gas-volumes-gazprom-monday-2022-07-11/

Autogrill, la rete italiana di bar e ristoranti lungo le autostrade, nelle stazioni e negli aeroporti, oggi dei Benetton, finisce in mani svizzere. Reuters ha annunciato che l’intero pacchetto di maggioranza passerà nel portafoglio di Dubry, rete di ristorazione anch’essa specializzata in chi viaggia (2200 punti in aeroporti, navi da crociera, porti mariti e navi da crociera). Le due società, insieme, hanno una capitalizzazione di mercato di oltre cinque miliardi di dollari.

https://www.reuters.com/business/dufry-acquire-italys-autogrill-2022-07-10/

Numerosi i misteri e gli interrogativi che rimangono sulla storia dei Bronzi di Riace nel cinquantennale del loro ritrovamento, sui fondali dello Ionio, durante un’immersione, dal subacqueo Stefano Mariottini. Ne scrive da Atene Greek Reporter affermando che ancora oggi gli archeologi non sono riusciti a capire con certezza chi raffigurino le due statue di bronzo, quando siano state create e come diavolo siano finite in Calabria. Non si sa per esempio se i due bronzi appartenessero a un unico gruppo o se fossero solo degli, diciamo, occasionali compagni di viaggio su quella nave poi affondata davanti a Riace. E poi sono atleti? Sono eroi? La loro nudità è interpretata come emblema di uno stato divino o eroico e lo loro posizione (gamba destra dritta, sinistra piegata) è la stessa. Tra le poche informazioni acquisite la datazione, attorno al quinto secolo avanti cristo e il luogo d’origine, Attica o Argolide. Si ritiene inoltre che il loro lungo riposo in fondo al mare li abbia salvati dalla fusione, sorte toccata nei secoli a migliaia di altre statue in bronzo.

https://greekreporter.com/2022/07/11/mystery-ancient-greek-masterpieces-recovered-off-italy/

Dei divieti di circolazione per le strade urbane, e delle relative multe, già abbiamo detto. Ma ci sono altre regole, sicuramente un poco più inconsuete, che la Tiroler TagesZeitung ha scoperto e pubblica per i suoi lettori. Per esempio: in molte città italiane, oltre che nelle strade urbane, il divieto del costume da bagno vale anche per i parchi cittadini; sole sì ma in maglietta e calzoncini, mai a torso nudo. A Ponza multe fino a 500 euro per i possessori di cani che portano a passeggio le loro bestiole senza avere con se un’adeguata quantità di acqua per pulire strade e marciapiedi dall’urina. E se andate in escursione sulle cinque terre occhio alle calzature, chi si avventura in ciabatte può vedersi sanzionato anche di 2500 euro. Gli infortuni causati da scarpe inadatte sono infatti molto frequenti e più volte è capitato di dovere mobilitare anche degli elicotteri.

https://www.tt.com/artikel/30825479/sommerregeln-in-italien-wasser-gegen-hunde-urin-und-shirt-pflicht