Ristretto Italiano – 13 luglio 2021

Ristretto Italiano – 13 luglio 2021

Gli azzurri si godono il trionfo: congratulazioni da tutto il mondo; L’Isis rialza il tiro e torna a minacciare l’Italia – leader marocchino dello Stato Islamico arrestato in Italia; In carcere a Salerno Jorge Troccoli, paga la repressione militare nel Sudamerica degli anni settanta.

Ancora qualche titolo sul trionfo di Wembley – in questi giorni tutto il mondo parla bene di noi – poi riprendiamo con la tradizionale Rassegna sulle diverse notizie italiane lette con occhi forestieri.

Per brillare non serve un firmamento di stelle: questo è ciò che – secondo l’olandese Limburger – l’Italia ha insegnato alle altre grandi nazioni europee. Agli Europei l’Italia ha ottenuto la vittoria che si meritava ma questo Euro2020, spostato al 2021 causa pandemia, non rimarrà nei libri di storia. Momenti memorabili non ce ne sono stati.

Dalla Svizzera “Tages-Anzeiger”: “Il sogno dell’Italia e il trauma dell’Inghilterra. Nel 2017, la nazionale italiana era più a fondo che mai. Oggi è più attraente che mai e vince il secondo titolo europeo. Roberto Mancini è all’origine della ripresa”.

Riporta, la rete televisiva americana Axon Jax che il principe Williams, peraltro presidente della Federcalcio inglese, dopo essersi congratulato con gli Azzurri via Twitter, ha detto agli Inglesi “Purtroppo non era la nostra giornata. Ma potete andare tutti a testa alta.”

https://www.limburger.nl/cnt/dmf20210712_93206639

https://www.bluewin.ch/de/sport/fussball-wm/von-nicht-schon-wieder-bis-football-ist-coming-rome-793777.html

https://www.actionnewsjax.com/news/latest-ronaldo/II4FMIG6UEZXTN3Z2TZ5YF3TBQ/

Tornando ai dolori di tutti i giorni

Piena solidarietà del premier Draghi e di Salvini al Ministro Di Maio dopo le recenti minacce ricevute dall’Isis. La notizia è ripresa dal Correio Do Brasil che riferisce dell’articolo pubblicato nell’ultimo numero di Al-Naba, il giornale di propaganda dello Stato Islamico. Il ministro degli esteri ha recentemente presieduto una riunione della coalizione internazionale contro il terrorismo islamico. Di Maio aveva detto che per fronteggiare l’Isis non basta fronteggiarlo in Iraq e Siria ma allargare a vaste zone dell’Africa e del Sahel. L’Isis ha già lanciato ripetute minacce su Roma in quanto ospita il Vaticano; tuttavia fino a ora l’Italia non ha subito attentati rivendicati dallo Stato Islamico.

E l’agenzia Anadolu, da Rabat, riferisce che un cittadino marocchino è stato arrestato in Italia perché ritenuto uno dei principali leader in attività di Daesh con incarichi di rilievo in Siria e Iraq. L’arresto è di venerdì scorso quando i servizi sono riusciti a identificarlo nel nostro Paese.

https://www.correiodobrasil.com.br/estado-islamico-faz-nova-ameaca-italia-promete-entrar-roma/

https://www.monitordooriente.com/20210711-lider-do-daesh-e-capturado-na-italia/

Ex militare uruguaiano arrestato in Italia per tutti i desaparecidos dell’Operazione Condor, ovvero quel piano dei servizi americani che, durante tutti gli anni settanta, si occupò di contrastare i regimi socialisti dell’America Latina. E leggo sul venezolano Ultimas Noticias che l’arrestato è il 72enne Jorge Troccoli, ex capitano di Marina risiede in Italia da molti anni. Lui è tra i 14 ex aguzzini sudamericani per i quali la Cassazione ha confermato l’ergastolo. Ora è nel carcere di Fuori, a Salerno.

https://ultimasnoticias.com.ve/noticias/mundo/detienen-en-italia-a-exmilitar-uruguayo-por-desaparecidos-del-plan-condor/