Ristretto Italiano – 14 giugno 2021

Ristretto Italiano – 14 giugno 2021

Draghi e Italia protagonisti sullo scenario mondiale: ce lo riconoscono i greci; Basta Astrazeneca sotto i 60 anni: shock internazionale per la morte di Camilla; primo trapianto di cuore al mondo da donatore positivo al Covid; furti di opere d’arte in RAI: 120 secondo il Guardian.

Momento d’oro per l’Italia e per Draghi che l’ha fatta rientrare nel gioco geopolitico mondiale. Lo scrive da Atene Zougla analizzando una serie di circostanze che ci tornano a favore. Una Merkel all’ultimo miglio e un Macron tallonato dalla Lepen, scrive il sito greco, fatto sì che Draghi diventi l’unico a garantire stabilità. C’è da aggiungere che agli Stati Uniti serie un’Europa solida per far fronte comune contro la Cina e solo l’Italia può ereditare il ruolo della Germania nei rapporti con Pechino. Senza dimenticare la partita in Libia, solo all’inizio. Mario è nel gioco – conclude Zougla – e può fare il lavoro.

https://www.zougla.gr/kosmos/article/ntragi-to-melon-tis-e-ke-tin-italias

La tragica morte di Camilla Canepa, la diciottenne genovese uccisa da un trombo qualche giorno dopo il vaccino, diventa un caso internazionale. AstraZeneca non fa paura solo a noi. In Italia – scrive EuroNews – la possibilità di somministrarlo sotto i 60 anni non è più un’opzione a discrezione delle Regioni. Come Camilla, che dopo la maturità voleva godersi l’estate, molti giovani e giovanissimi stanno affilando gli open days per farsi vaccinare senza essere prenotati. Ora si discute che cosa fare con la seconda somministrazione di Astra Zeneca ai milioni di italiani che hanno già ricevuto la prima.

https://es.euronews.com/2021/06/11/la-muerte-de-una-joven-de-18-anos-obliga-a-cambiar-las-recomendaciones-de-astrazeneca-en-i

Il quotidiano thailandese Daily News racconta del primo trapianto di cuore al mondo da donatore positivo al Covid, effettuato al Bambino Gesù di Roma. Il ricevente, un adolescente, affetto da cardiomiopatia dilatati, era attaccato a un cuore artificiale da un anno e quando, agli inizi di maggio, si è reso disponibile un organo apparteneva a un individuo infetto da Covid. Ottenuti i permessi necessari dall’agenzia del farmaco e dal centro trapianti, la sostituzione del cuore è avvenuta con successo e il ricevente ha poche possibilità di rimanere contagiato.

https://www.google.com/search?q=daily+news+thailand&rlz=1C5CHFA_enIT954IT954&oq=daily+news+thai&aqs=chrome.0.0i19j69i57j0i19l2j0i19i22i30l6.4322j0j15&sourceid=chrome&ie=UTF-8

La notizia del furto di opere d’arte dalla sede Rai di viale Mazzini è arrivata fino al Guardian. Si tratta di quadri e sculture di notevole valore sostituiti con copie delle quali nessuno se ne accorso per decenni. Ci sono dei Guttuso, dei Monet, dei Modigliani e la scoperta è stata fatta solo recentemente quando uno di questi quadri, un Ottone Rosai, è caduto ed è stato scoperto che si trattava di una copia. Il colpevole, un dipendente RAI in pensione, ha confessato di avere venduto l’originale, negli anni settanta, per 25 milioni ma è subentrata la prescrizione. Successivamente si è scoperto che le opere sostituite sono 120.

https://www.theguardian.com/world/2021/jun/11/italian-tv-employees-blamed-for-theft-of-dozens-of-works-of-art-rai

Dalla Romania Stiridiaspora riferisce della partecipazione a Chi l’ha Visto di Mariana Trotta, la giovane rumena che è andata dalla Sciarelli dicendosi sicura di aver parlato con Denise Pipitone. Venduta dal padre, assieme al fratello, Mariana afferma di avere conosciuta questa ragazza in un campo rom di Parigi dove si era recata per conoscere la sua madre biologica. Sempre secondo lei Denise, che durante il loro incontro era controllata a vista, si sarebbe trasferita in Romania dove ora vive. Inquirenti di nuovo al lavoro e Piera Maggio, la madre di Denise, che non vuole illudersi un’altra volta.

https://www.stiridiaspora.ro/italia-mariana-sustine-ca-denise-pipitone-s-ar-afla-in-romania-este-logodita-cu-un-baiat_469350.html