Ristretto Italiano – 15 aprile 2021

Ristretto Italiano – 15 aprile 2021

Alitalia – i primi dettagli; costituita l’investitrice della ragazza rumena a Roma; carabinieri fuori servizio scoprono a Bruxelles una statua romana rubata; le proteste dei ristoratori viste dagli altri; anche in Brasile parlano del prete innamorato.

Alitalia al capolinea. Con abbondanza di dettagli, la testata greca 24/7, si dice in grado di fornire i contenuti degli ultimi accordi tra Roma e Bruxelles. Quindi Alitalia chiude e subentra ITA, nuovo logo, stesso tricolore, ma con 6mila dipendenti in meno degli attuali 11mila. Per loro ci saranno prepensionamenti, cassa integrazione, ricollocamenti con il personale di terra che sarà in parte riassorbito da Aeroporti di Roma. 9 per cento di decolli e atterraggi in meno a Malpensa contro il 50 per cento chiesto dalla Commissione Europea. Un caso ben diverso, spiega il network greco, rispetto a Air France e Lufthansa.

Stiridiaspora da Bucarest dedica un servizio a Angela Arseni, la giovane rumena uccisa a Roma da un’auto pirata mentre, con un amico, attraversava la strada. L’investitrice si è costituita il giorno dopo dando la colpa alla fretta di rientrare prima dello scattare del coprifuoco; per questo non avrebbe rispettato il rosso. Si tratta di un’imprenditrice di 40 anni che si è detta sconvolta dell’accaduto.

Associated Press riferisce che due carabinieri del nucleo tutela patrimonio si sono imbattuti, mentre eranofuori servizio a Bruxelles, in una statura romana del primo secolo rubata a Roma nel 2011. Raffigurante un romano senza testa, che indossa una toga drappeggiata, Togatus – questo il nome attribuito all’opera – ha un valore di 100mila euro. Il ritrovamento in un negozio d’antiquariato del quartiere Sablon.

Eco internazionale per la protesta dei ristoratori romani. France 24 riporta le manifestazioni a Roma e Napoli, parla degli estremisti di destra che si sono aggiunti con le loro bandiere, e riferisce di come gli esercenti napoletani abbiano manifestato sventolando mutande, in segno di protesta contro la concessione di restare aperti solo per alcuni, come i negozi di intimo.

La notizia del prete che appende la tonaca al chiodo per amore è arrivata fino in Brasile. Gaucha ZH, da porto Alegre, racconta la storia di don Riccardo Ceccobelli, 41 anni, non più don, che ha deciso di non tenere più nascosta la storia segreta, che a Todi tutti conoscevano, con una donna. Annunciando il ritorno allo stato laicale il sacerdote ha dichiarato di non volere più sublimare questo amore.