Ristretto Italiano – 16 dicembre 2021

Ristretto Italiano – 16 dicembre 2021

Sciopero generale, il primo contro Draghi. Morta Anna Caruso, l’infermiera torinese che sfidò il Covid. Hanno arrestato Babbo Natale, terrore delle farmacie di Roma Nord.

L’Italia va allo sciopero generale contro la politica di Draghi. Apro con questo titolo dello spagnolo Niusdiario una rassegna basata quasi interamente sulla stampa latina. La mobilitazione di oggi nasce dalla rottura di due dei tre grandi sindacati italiani sui temi fiscali e pensionistici, spiega la giornalista. Il Partito Democratico, che sostiene il governo, esprime stupore; alla sua sinistra Italia Viva e Leu affermano di capire la protesta. Gli altri partiti, a una voce, ritengono che non sia il momento. Meloni non pervenuta.

https://www.niusdiario.es/internacional/europa/italia-huelga-general-draghi_18_3250549748.html

Ha fatto rumore, come era da aspettarsi, la decisione italiana di chiedere un test negativo prima della partenza per chi arriva in Italia anche dall’interno dell’Unione. El Mundo spiega che il decreto, in vigore da oggi prevede inoltre che i non vaccinati osservino in ogni caso cinque giorni di quarantena all’arrivo.

https://www.elmundo.es/internacional/2021/12/15/61b9ea39fdddffed998b45ca.html

L’Observador, dal Portogallo, parla di Anna Caruso, l’infermiera torinese negazionista , per questo sospesa dal lavoro, che aveva pubblicato un video augurandosi di infettarsi e dimostrare così che è tutta una cospirazione dei governi per tenerci in casa. Da lassù qualcuno l’ha accontentata, il Covid l’ha preso, in forma grave, e oggi non c’è più.

https://observador.pt/2021/12/15/italia-enfermeira-negacionista-morre-de-covid-19-apos-ter-dito-que-queria-apanhar-o-virus/

Un ricordo di Riccardo Ehram, il giornalista italiano che accelerò l’abbattimento del Muro di Berlino, anche dalla Radio Televisione Spagnola. All’epoca corrispondente dell’Ansa, Ehram  si trovava, quel 9 novembre del 1989, alla conferenza stampa della DDR in cui veniva annunciato che dopo 28 anni i tedeschi dell’est avrebbero potuto lasciare il Paese senza restrizioni. Fu lì che il giornalista italiano chiese ‘esattamente quando’. E fu sempre lì che il funzionario, colto in contropiede, rispose ‘per me anche subito’. E le porte si aprirono.

https://www.rtve.es/noticias/20211215/muere-riccardo-ehrman-periodista-italiano-acelero-caida-del-muro-berlin/2239264.shtml

Hanno arrestato Babbo Natale. La notizia del rapinatore di Roma Nord è rimbalzata a 13mila km di distanza fino a Buenos Aires da dove InfoBAE racconta del rapper armato di pistola, e travestito da Babbo Natale, che nei giro di una settimana aveva rapinato una mezza dozzina di tabaccai e farmacisti. L’ultima tabaccheria gli è stata fatale. Si tratta del rapper Ray Carlino, al secolo Adolfo Concisa. In tasca aveva ancora parte della refurtiva e i testi di alcune ballate rap. 

https://www.infobae.com/america/mundo/2021/12/15/italia-capturaron-a-un-falso-papa-noel-que-realizaba-violentos-asaltos-a-comercios-en-roma/

E chiudo rimanendo in Argentina, al Caminito,  nel quartiere Boca, dove vive e lavora Juan Manuel Alfonso Rodriguez, il pasticcere ingegnere col nome da telenovela, che ha ricreato il panettone artigianale nel suo laboratorio e per questo stato recentemente premiato al campionato internazionale dei panettoni a Milano. Ne parla l’agenzia di stampa argentina Telam che lo ha intervistato. Per fare il panettone ci vogliono tre giorni perché la lievitazione è naturale – ha detto – e a un certo punto va fatto essiccare a testa in giù. Occorrono tanto burro e tante uova e il pasticcere ricorda il disappunto dei genitori durante il lungo periodo in cui provava e buttava, buttava e provava.

https://www.telam.com.ar/notas/202112/577205-mundial-panetone-juan-manuel-alfonso.html