Ristretto Italiano – 16 maggio 2021

Ristretto Italiano – 16 maggio 2021

Quarantena addio: gli europei entrano liberamente; Bloccati i finanziamenti al vaccino italiano Reithera; virale il video della donna inseguita dai cinghiali a Roma; Grandi navi in Laguna: il divieto è legge.

Da oggi via la quarantena di cinque giorni per chi arriva in Italia da Unione Europea, Gran Bretagna e Israele. Basterà un test negativo delle ultime 48 ore. C’è gran soddisfazione in giro. Dalla Spagna Yahoo Noticias precisa però ai suoi lettori che restano le restrizioni, di vario livello, per gli sbarchi dal resto del mondo.

Stop ai finanziamenti pubblici per il vaccino italiano ReiThera. Mentre qui nessuno commenta, né la Corte dei Conti che ha bloccato il contratto, né Invitalia che lo aveva sottoscritto, la notizia è stata commentata dalla radio WHBL del Wisconsin. Si tratta di un impegno di 50 milioni di euro sugli 81 previsti dal decreto rilancio – governo Conte – Va detto comunque che la Corte decide sulla correttezza delle procedure e non sul merito. Intanto Reithera ha concluso la seconda fase di prove e è in trattativa con Bruxelles per distribuirlo su scala europea. Tuttavia senza quei soldi l’azienda si dice impossibilitata a cominciare la fase tre.

Con le pensioni statali che si ritrova Draghi rinuncia all’indennità da Premier. Avanti un altro!. Oggi è Euractiv a fare le pulci al nostro primo ministro. Il reddito da pensione dichiarato nel 2020 è, in effetti, della bellezza di 498mila euro lordi – sono quelle di direttore generale del tesoro e di governatore della Banca d’Italia. C’è da dire comunque che, Conte e Renzi a parte, gli ultimi premier non percepirono indennità perché parlamentari – Gentiloni, Letta e Monti.

E’ definitivamente legge in Italia, con l’approvazione anche della Camera, il divieto di entrata a Venezia delle grandi navi. La notizia, che poco eco ha avuto in Italia, la trovo in evidenza sul portoghese Jornal. Dove si precisa che ora si tratta di costruire un nuovo porto, fuori dall’area storica. L’Unesco, scrive ancora la testata di Lisbona, già nel 2012 aveva minacciato di togliere il titolo di Città patrimonio dell’Umanità. Jornal dimentica però, o forse non sa, che prima che il divieto sia realtà passeranno mesi se non anni. Vedi Mose.

l video della donna derubata della spesa da una famiglia di cinghiali, alla periferia nord di Roma, vicino all’Olgiata, finisce sul Guardian. Si vedono chiaramente la signora con la busta della spesa nel parcheggio del supermercato che viene circondata da cinghiale, cinghiala, cinghialetto e cinghialino. Alla fine lei molla tutto – io lo avrei fatto anche prima – e loro pasteggiano. Simpatica la reporter occasionale che mentre filmava invocava “qualcuno l’aiuti!”.