Ristretto Italiano – 17 aprile 2021

Ristretto Italiano – 17 aprile 2021

Con Draghi l’Italia ritorna protagonista. Trapianto di trachea: primi al mondo. Cervelli in arrivo: lo smart working in Meridione diventa un must internazionale. Mancini: vaccinate prima gli anziani, noi possiamo aspettare. Nasce in Italia il nuovo Sandokan.

Così Mario Draghi sta restituendo all’Italia il ruolo di leadership che aveva perso da decenni. E’ un titolo del New York Time a un articolo che spiega come il nostro premier stia sfruttando magistralmente le sue relazioni europee, la sua conoscenza dei meandri della burocrazia di Bruxelles, la stima quasi messianica di cui gode per fare del nostro Paese un protagonista.

Trapianto di trachea a un paziente post covid. L’intervento, primo al mondo del suo genere, effettuato al Sant’Andrea di Roma il 2 marzo, ma del quale è stata data notizia in questi giorni, è su decine di giornali. Un’operazione durata quattro ore e mezza che ha coinvolto cinque medici. Una pietra miliare della chirurgia, la definisce il Diario de Burgos. La sostituzione tracheale si è resa indispensabile dopo i danni provocati all’organo dalle tecniche di ventilazione. Il paziente, un siciliano di 50 anni, è tornato a casa dopo tre settimane e sta bene.

Il lavoro a distanza sta ripopolando l’Italia Meridionale. Lo scrive Euronews citando l’esperienza di South Working. Con la pandemia molti emigrati al nord sono tornati a lavorare nei paesi d’origine, sfruttando prezzi migliori e diminuendo il livello di stress. Ma non solo: c’è dall’estero una fuga di cervelli in senso contrario. La sfida ora – conclude il servizio – è di rendere permanente questa scelta di rendere sostenibile il futuro del Sud.

Prima vacciniamo chi ne ha più bisogno. L’affermazione di Roberto Mancini, è stata ripresa dal settimanale brasiliano Istoé. Nessuna priorità per noi – ha detto il tecnico della nazionale – spero che vengano vaccinati per primi gli anziani. Mancini si è inoltre detto fiducioso che l’Italia apra prima dell’appuntamento con gli europei.

Noticias de Cine, dalla Spagna, dedica un ampio servizio al lungo soggiorno romano di Can Yaman, l’ultimo sex symbol di origine turca scritturato per interpretare il nuovo Sandokan. Non una riga sul fidanzamento in casa – vero o presunto – con Diletta Leotta. Tanta attenzione invece agli allenamenti in palestra, alla scherma, alla coreografia da combattimento e anche alla guida spericolata. Kabir Bedi può andare in pensione…