Ristretto Italiano – 18 maggio 2021

Ristretto Italiano – 18 maggio 2021

E’ a Napoli il vulcano più pericoloso del mondo. Polemiche internazionali sul prossimo Salone del Mobile. Italia in prima linea per la ricostruzione del museo distrutto a Beirut. In cambio di sei notti in albergo San Marino vaccina i turisti.

Un altro primato italiano rasserenarci la giornata. Il vulcano potenzialmente più devastante al mondo non è a Yellowstone ma sono i Campi Flegrei. Ne parla dall’Olanda Lonradio riportando le parole di un vulcanologo dell’INGV. Un’eruzione di 39mila anni fa – riporta il servizio – scagliò lapilli a centinaia di chilometri di distanza in quella che è stata la più grande eruzione europea degli ultimi 200mila anni. // Con una popolazione residente di oltre 600mila abitanti potrebbe essere un’altra Pompei. Ma volete proprio che dopo 39mila anni i Campi Flegrei si rimettano a fare i capricci proprio in questo secolo?

Da Parigi Le Monde pubblica un’approfondita inchiesta sul prossimo Salone del Mobile di Milano che, dopo la cancellazione del 2020, quest’anno è stato spostato da aprile all’inizio di settembre e in versione ridotta. La fiera italiana – scrive la testata francese – è la più importante del pianeta nel settore della casa. Nel 2019 i visitatori sono stati 400mila da 180 paesi. // Le polemiche sono tra chi pensa che se dovrà essere in tono minore, col rischio che tanti rinunceranno all’Italia per paura del Covid, sia meglio rinunciare e rimandare tutto al 22 e tra chi lamenta una scarsa solidarietà verso il settore.

Un milione di euro, dall’Italia e dall’Unesco, per contribuire alla ricostruzione e riapertura del museo di arte moderna Sursock di Beirut, struttura gravemente danneggiata dalla tremenda esplosione del 4 agosto scorso al porto. Ne da notizia dal Libano il sito dell’Unesco che parla della visita della nostra vice ministra alla cooperazione Marina Sereni. Un’occasione, ha detto, per restituire al centro culturale la sua funzione di aggregazione in una città povera di spazi.

Dalla Bulgaria la rivista di gossip Tialoto dedica una paginata a Gianluca Vacchi andato a Belgrado per farsi fare la prima dose del vaccino russo. “Il milionario danzante vola in Serbia per un vaccino”, è il titolo dell’articolo in cui si spiega che il playboy italiano, noto più all’estero che in patria, è andato a Belgrado col suo aereo privato volendo scegliere Spitnik V, e che dovrà tornarci fra tre settimane.

Forse non sapeva, l’influencer bolognese, che avrebbe potuto avere lo Sputink V a minor prezzo dietro casa. Come dalla Germania ci spiega la Frankfurther Allgemeine, infatti, dopo aver vaccinato la propria popolazione, la Repubblica di San Marino offre le due dosi di vaccino russo a 50 euro a tutti i turisti che siano disposti a pernottare per tre notti, dopo ogni dose, sul monte Titano. Ma il nostro deve avere valutato l’alternativa troppo cheap.