Ristretto Italiano – 18 novembre 2021

Ristretto Italiano – 18 novembre 2021

Sul Financial Times I giovani stilisti che guidano il passaggio di testimone nella moda italiana. In manette la Sposa Pellegrina: ha diciannove anni e reclutava le ragazze italiane alla jihad. Birra con vista e multa da 800 euro per i turisti che avevano scalato il Colosseo.

Moda in apertura. Da Londra il Financial Times dedica un ricco servizio agli stilisti che stanno guidando il Rinascimento italiano. Non più solo Milano e non più i soliti, e amati, Armani, Gucci, Fendi e altri. Il futuro della moda italiana ha nuovi nomi e nuovi luoghi. Marco Rambaldi, per cominciare. Bolognese di periferia, cresciuto alla scuola di dolce e Gabbana, è tornato nella campagna emiliana quattro anni fa affermando che non è necessario stare a Milano per lanciare un’attività di successo. Poi Medea, delle gemelle Giulia e Camilla Venturini, cresciute sul lago di Garda prima di approdare a Milano, Parigi e New York. Ancora Jezabelle Cormio, nata a New York da madre italiane padre croato con studi a Anversa. Oggi crea maglie e pizzi. Per finire, sempre sulle pagine del Financial Times trovo Sunnei, di Loris Messina e Simone Rizzo e Jiwinaia, di Marisa Jiwi Seok, una giovane italo coreana che dal 2015 crea orecchini di perle.

https://www.ft.com/content/923b8f3e-7497-4e14-ab7a-3e712508abe8

Arrestata in Italia la Sposa Pellegrina, ovvero la ragazza kosovara di diciannove anni che con questo nickname reclutava le giovani italiane alla causa della guerra islamica. Lo ha scritto da Cuba l’agenzia di stato Prensa Latina. Radicalizzata all’età di sedici anni e sposata a un guerrigliero jihadista, la ragazza aveva nel suo cellulare foto con simboli dell’Isis e video di decapitazioni. Secondo l’accusa aspettava la chiamata per andare a combattere.

Arrestan en Italia a mujer acusada de terrorismo

Duro colpo a una delle mafie più forti nel mondo. Così la testata sportiva spagnola AS definisce la maxi operazione della polizia italiana con oltre 100 arresti in tutto il Paese. “L’Italia è risorta oggi con una delle operazioni di ordine pubblico più attese – attacca l’articolo – Operazione nella quale è stata requisita più di una tonnellata di cocaina proveniente dal Sudamerica”. Colpite anche le ramificazioni internazionali. Che la mafia calabrese non stia attraversando un buon momento è dimostrato anche dal processo in corso a Catanzaro riguardante 335 imputati, 70 dei quali sono stati stati condannati con pene fino a Trent’anni.

https://as.com/diarioas/2021/11/17/actualidad/1637143640_569190.html

Ancora Spagna per riprendere l’articolo di Radio Onda Zero sulla sentenza italiana che esclude la pausa caffè dall’orario di lavoro. Il caso si riferisce a un infortunio subito da un’impiegata mentre si recava, con i colleghi, a un bar vicino per una sosta autorizzata. Ebbene, per la Cassazione, anche se concesso da un superiore, quello non era orario di lavoro per cui la donna si deve pagare le spese sanitarie oltre alle spese processuali. E non sappiamo nemmeno se il caffè aveva fatto in tempo a prenderlo. In Spagna, conclude il servizio, la pausa di 15 minuti ogni sei ore di lavoro è stabilità dallo Statuto dei Lavoratori”.

https://www.ondacero.es/noticias/sociedad/sentencia-afirma-pausa-cafe-fuera-horario-laboral_202111166193cf1b77bc800001a77c2e.html

Una birra con vista da 800 euro. E’ quanto hanno pagato di multa – come riferisce dalla Grecia BusinessNewsRoom – due giovani turisti americani che per l’ultima notte a Roma hanno deciso di scalare il Colosseo, con una birra in mano, fino al secondo anello dove sono stati bloccati dalle forze dell’ordine, avvertite da un passante. Era l’alba e la vista sui Fori indubitabilmente unica. E costosetta…

https://www.businessnews.gr/kosmos/item/223080-italia-prostimo-se-touristes-pou-skarfalosan-sto-kolossaio