Ristretto Italiano – 18 ottobre 2021

Ristretto Italiano – 18 ottobre 2021

Ballottaggi: attesa per vedere se anche Roma e Torino saranno del centrosinistra; Covid: il limbro di chi ha ricevuto un vaccino non riconosciuto; Grosso sequestro di ghiri congelati in Calabria: la ‘ndrangheta li cucina nelle cene di riconciliazione.

Secondo turno elettorale a Roma, Torino, Trieste e in un’altra sessantina di Comuni Italiani. Anche in questa circostanza la stampa internazionale ci segue con attenzione in attesa di vedere se le sinistre conquisteranno anche queste grandi città. L’agenzia di stampa tedesca DPA ci dedica un ‘lancio’ precisando che per le regole del Covid non è necessario il Green Pass ma la mascherina è indispensabile. Occhi puntati in particolare su Roma dove se la vedono Enrico Michetti che, sostenuto da tutto il centrodestra al primo turno si è attestato di un paio di punti in vantaggio su Roberto Gualtieri il quale però, ora, potrà presumibilmente contare su chi al primo turno aveva scelto gli altri candidati non di destra, Calenda e Raggi.

https://www.dpa-international.com/topic/two-day-mayoral-run-election-begins-italy-urn%3Anewsml%3Adpa.com%3A20090101%3A211017-99-624957

Anche l’irlandese Irish Times dedica un approfondito alla neonata compagnia aerea italiana. Un volo Roma-Bari il 15 ottobre di prima mattina, scrive il quotidiano di Dublino, ha raccolto la staffetta dal Cagliari- Roma della sera precedente. Ita, ha rilevato il marchio di Alitalia, e il diritto a usare la sua livrea, bianco-rosso-verde, per 90 milioni di euro, una cifra ben inferiore a quella iniziale di 290 richiesti. Il nome Alitalia è però da abbandonare. In base a un accordo europeo Ita sasrà economicamente indipendente e non responsabile di eventuali aiuti di Stato illegali ricevuti negli ultimi anni da Alitalia. Il nuovo vettore dovrà inoltre chiudere il quinquennio in attivo. La fine della gloriosa Alitalia, che un tempo trasportava papi, dive e capi di stato, è stata accolta con feroci proteste sindacali per i tagli al personale e i nuovi contratti al ribasso.

https://www.irishtimes.com/business/transport-and-tourism/italy-s-new-national-airline-ita-takes-to-the-skies-marking-end-of-alitalia-1.4701437

Covid. La qatariana Al Jazeera si occupa di tutti coloro che in Italia hanno ricevuto il “vaccino sbagliato”, ovvero Sputnik o Sinofarm – quello russo e quello cinese – non riconosciuti da Roma per avere diritto al Green Pass. Al microfono del network satellitare arabo parla Duccio Armenise, un cittadino italiano che decise mesi fa di farsi vaccinare in Russia dove si trovava per lavoro e che ora, tornato a casa, senza green pass, è costretto a una limitatissima vita pubblica e professionale. “Pensavo che una volta in Italia sarei stato regolarizzato – ha detto – e invece eccomi in un limbo dal quale non si intravvede un’uscita. E ora, non potendo scegliere di rivaccinarsi, cosa che nessuno si prende la responsabilità di fare, ha davanti due soluzioni, che poi è una: pagare 150 euro al mese minimo di tamponi. Perchè la seconda scelta sarebbe quella, altamente sconsigliabile, di prendere il Covid e poi guarire.

https://www-aljazeera-com.translate.goog/news/2021/10/14/italys-covid-green-pass-leaves-some-stuck-in-vaccine-limbo?_x_tr_sl=en&_x_tr_tl=it&_x_tr_hl=it&_x_tr_pto=nui

Housing Any Where, la grande piattaforma digitale per chi cerca casa in tutto il mondo, pubblica un interessante vademecum sanitario per chi decida di trasferirsi in Italia per un periodo medio lungo, comunque superiore ai tre mesi: una guida all’assicurazione sanitaria italiana. Dopo avere premesso che la sanità pubblica italiana è la numero due al mondo, pur con grandi differenze fra nord e sud, l’articolo spiega ai cittadini europei che per loro, una volta giunti in una città italiana, ci saranno tutti i diritti di un cittadino italiano: scelta del medico, prescrizioni, analisi, ricoveri. Per un’altra decina di Paesi non UE esistono accordi bilaterali ai quali fare riferimento. Per tutti gli altri c’è l’assicurazione obbligatoria, o volontaria, da pagare per il periodo di residenza; obbligatoria per chi entra per lavoro, protezione internazionale, cure mediche, facoltativa per chi risiederà per motivi di studio, o dipendenti di organizzazioni internazionali per oltre tre mesi. La quota di adesione, in questo caso, è di circa 150 euro.

https://housinganywhere.com/Italy/health-insurance-italy

La ‘ndrangheta ama la carne del ghiro. Lo scrive dalla Francia le Dauphine a proposito del ritrovamento di circa duecento esemplari congelati di questo roditore, uan specie protetta, da parte della polizia che in realtà stava cercando una partita di droga a Delianuova, in Calabria. Il bracconaggio in Calabria, e nei comuni dell’Aspromonte, è una pratica molto diffusa. Il ghiro, cucinato, viene servito nei banchetti di riconciliazione volti a riportare la pace fra famiglie in guerra.

https://www-ledauphine-com.translate.goog/insolite/2021/10/17/en-italie-les-mafieux-de-la-ndrangheta-aiment-deguster-des-loirs?_x_tr_sl=fr&_x_tr_tl=it&_x_tr_hl=it&_x_tr_pto=nui