Ristretto Italiano – 19 luglio 2021

Ristretto Italiano – 19 luglio 2021

 

Violenze a Londra per i disordini agli Europei: dieci ricercati; aumentano i contagi di Coronavirus legati ai festeggiamenti post partita; Italiano ucciso in Honduras: otto arresti; Famosi anche all’estero i celebri asini-balia delle Alpi lombarde.

Dieci ricercati per le violenze a Londra, seguite alla vittoria italiana sull’Inghilterra. Le foto segnaletiche sono state distribuite l’altro ieri da Scotland Yard – riporta l’agenzia Reuters – e si riferiscono ai tifosi che, durante i disordini, si sono resi responsabili di reati non trascurabili. L’articolo dice inoltre che gli arrestati sono stati 86 e le verifiche continuano.

https://www.reuters.com/lifestyle/sports/police-release-images-10-men-sought-violence-disorder-euro-2020-final-2021-07-18/

Aumentano i casi di Covid in Italia legati alla finale degli europei di calcio e ai successivi festeggiamenti. Lo scrive Times of Israel ricordando come decine di migliaia di tifosi abbiano invaso le strade di ogni città italiana subito dopo la vittoria di domenica 11. E aggiunge che, secondo il professor Locatelli, della task force ministeriale, l’età media degli infettati è ormai scesa a 28 anni.

https://www.timesofisrael.com/liveblog_entry/rising-covid-cases-in-italy-linked-to-euro-soccer-championship-celebrations/

E, sempre a proposito di Covid, Il Times of India parlano delle decine di ragazzi indiani che studiano in Italia che, dopo essere tornati a casa, tante volte per assistere un loro caro malato, sono impediti a tornare in Italia. In base al permesso di soggiorno rilasciato per motivi di studio, non possono stare fuori dall’Italia più di sei mesi senza dover rifare tutte le carte daccapo. E i consolati italiani – denuncia l’articolo indiano – brancolano nel buio.

https://timesofindia.indiatimes.com/home/education/times-study-abroad/top-news/indian-students-enrolled-in-italian-universities-stranded-back-home-due-to-travel-ban/articleshow/84522710.cms

Otto arresti, in Honduras, per l’uccisione dell’italiano Giorgio Scanu, l’8 luglio scorso. Lo riferisce il canale spagnolo di Deutsche Welle. Scanu, originario di Oristano che da una ventina di anni risiedeva nel sud del Paese centramericano, non lontano da Tegucicalpa, era accusato di avere ucciso un anziano invalido vicino di casa per vendicarsi di un furto. Nulla era stato accertato ma, nonostante ciò, circa seicento abitanti del villaggio hanno fatto irruzione nella sua villa col chiaro intento di ucciderlo. E lo hanno fatto, sotto gli occhi della polizia. A carico degli arrestati diversi video della ‘esecuzione popolare’

https://www.dw.com/es/honduras-prisi%C3%B3n-preventiva-para-siete-sospechosos-de-asesinar-a-italiano/a-58303994

Un sito di Marsiglia, Marseille News, dedica un simpatico articolo agli asini baby sitter ancora in servizio in alcune zone della Lombardia. Prezioso animale da trasporto utilizzato da migliaia di anni nelle campagne, l’asino, o mulo, è praticamente scomparso dai nostri paesaggi agricoli, soppiantato dalle macchine. Tranne che nelle zone alpine della Lombardia, spiega l’articolo, dove con apposite some plurimarsupio, gli asini sono utilizzati per trasportare gli agnellini nelle migrazioni stagionali delle greggi. Trattandosi di terreni ripidi e accidentati i piccoli delle pecore vengono posti, sei per ogni asino, in apposite tasche ricavate nelle some sotto gli occhi vigili delle padri e del pastore. E sembra che si divertano!

https://www.marseillenews.net/en-italie-il-y-a-des-anes-nourrices-ils-transportent-des-agneaux-dans-une-sacoche-vie.html