Ristretto Italiano – 2 aprile 2021

Ristretto Italiano – 2 aprile 2021

Spy story all’italiana: Walter Biot. Il senatore colombiano ricoverato per Covid si lamenta. Il gatto, la volpe e Pinocchio 2021 raccontati dall’India.

 

Ristretto Italiano 2 aprile 2021

L’arresto del capitano di marina Walter Biot, e l’espulsione dei due diplomatici russi cui aveva passato informazioni segrete, è sicuramente una notizia di livello internazionale. Tra i documenti consegnati c’erano anche file della Nato – scrive la Reuters – la quale, al contrario di tanti giornali italiani, non si dilunga sulle presunte o vere difficoltà finanziarie che stava attraversando.

E se andiamo a leggere lo spagnolo El Pais scopriamo che per loro la notizia è quella dei due agenti russi espulsi. Cosa che, se posso dire, mi trova d’accordo.

Sempre sulla stessa notizia, dalla Bosnia il portal Klix sottolinea che si tratta del caso di spionaggio più grave tra Russia e Italia dalla fine della guerra fredda.

Il senatore colombiano Gustavo Petro racconta alla rete MSN di Bogotà il suo ricovero per Covid a Firenze, dove si trovava quando è stato contagiato, e il grande disagio provato in un ospedale pubblico, il Santa Maria Nuova, dove comunque è stato ricoverato in meno di mezzora. La mancanza di credito sul telefono colombiano, l’assenza di Wi-Fi e gli operatori che a malapena sapevano scrivere il suo nome gli hanno provocato uno stato di estrema solitudine – ha dichiarato. Si è sentito nelle mani di un sistema nel quale lui era solo un’appendice senza volontà. Diciamo ‘un cittadino comune’.

In Giappone ancora si preoccupano delle condizioni di salute di Silvio Berlusconi recentemente in ospedale per un paio di giorni. Yahoo Japan dice però che le ragioni del ricovero non sono note. (puntini puntini)

Dall’India, la rete televisiva Wion News, riferisce dell’imprenditore lombardo convinto da due cittadini albanesi a recarsi in Turchia per fingere un sequestro jihadista e smezzarsi il riscatto. Con loro partì un altro imprenditore amico convinto a fare un affare impossibile. Ma, arrivati sul luogo, i due furono realmente sequestrati e tenuti prigionieri tre anni. In carcere i due albanesi e l’imprenditore, novelli Pinocchio, Gatto e Volpe. Per l’altro non è previsto alcun reato.

 

Tags: