Ristretto Italiano – 2 dicembre 2021

Ristretto Italiano – 2 dicembre 2021

Impietosa analisi del Financial Times sul sistema industriale italiano. Daspo di tre anni al palleggiatore della cronista fiorentina. Sui mezzi senza Green Pass: arrivano le multe da mille euro. A Brescia la mostra che fa infuriare la Cina: inutili i tentativi di bloccarla.

L’Italia delle Aziende deve entrare nel 21esimo secolo. Impietosa l’analisi del Financial Times sul sistema imprenditoriale italiano che sta per perdere anche Tim. L’ottava economia mondiale – leggo nell’articolo – conta solo sei società nella classifica globale di fortune, tre delle quali controllate dallo Stato. La Francia, che è settimane, ne ha 26; la Spagna, 14esima, sette. Colpa dei tanti governi italiani che non hanno resistito alle scorribande straniere ma il problema sta nell’incapacità degli italiani di costruire aziende competitive. E questo perché gli imprenditori italiani, ossessionati dal controllo delle loro creature, tarpano di fatto le ali alle aziende che hanno fondato. Poi c’è il rapporto parassitario coi vari governi, Fiat su tutte senza dimenticare le aziende di Berlusconi quando’era premier. La convinzione che piccolo è bello non regge: l’Italia ha inventato la pizza ma non ha nessuna catena di pizzerie, ha inventato i bar ma anche qui non ci sono catene e così per gli hotel. Capitale della moda, la più grande azienda italiana del settore è solo al 17esimo posto nel mondo per valore globale.

https://www.ft.com/content/b403bdbd-fbfd-4a25-a2cd-603f84fb2547

Andrea non potrà più entrare in uno stadio fino al 2024. Andrea, ristoratore di Chiaravalle, del quale si sa solo il nome, è il molestatore di Greta Beccaglia la cronista televisiva palpeggiata sabato nel dopo partita di Fiorentina Empoli. La notizia del Daspo è riportata dal quotidiano brasiliano Terra il quale, curiosamente, scrive che il tifoso “le ha massaggiato le natiche”. Anche un altro uomo, 40enne toscano, è stato individuato come partecipante all’episodio.

https://www.terra.com.br/esportes/homem-que-assediou-jornalista-na-italia-e-banido-dos-estadios,ad409514c5b240e037c6a64e3f6a03f7s9tysmq5.html

La notizia che da lunedì prossimo fioccheranno multe salatissime per chi sale in metropolitana, autobus, tram senza il green pass la trovano su un giornale greco, ma penso che possa fare più comodo saperlo a noi. Le sanzioni andranno da 600 a mille euro e state pur certi che, soprattutto nei primi giorni, non saranno pochi coloro che verranno alleggeriti. Il governo ha chiesto la collaborazione di tutti i sindacati. E sempre dai 6 dicembre il solo tampone negativo non basterà più per sedersi al ristorante, al bar, al cinema né per fare palestra.

https://www.trikalaidees.gr/%CE%AD%CF%89%CF%82-1-000-%CE%B5%CF%85%CF%81%CF%8E-%CF%80%CF%81%CF%8C%CF%83%CF%84%CE%B9%CE%BC%CE%BF-%CF%83%CF%84%CE%B7%CE%BD-%CE%B9%CF%84%CE%B1%CE%BB%CE%AF%CE%B1-%CE%B3%CE%B9%CE%B1-%CF%8C%CF%80%CE%BF/

A Brescia la mostra che ha fatto infuriare il presidente cinese Xi Jinping. Trovo la notizia sullo storico quotidiano di Seul Chosun. A nulla sono servite le pressioni di Pechino per fare bloccare l’esposizione dei disegni di Badiucao, il Bansky cinese che da molti anni si è autoesiliato in Australia. L’esposizione bresciana riguarda i disegni dedicati al personaggi dei cartoni Winnie The Pooh;  in uno di questi la figura del Presidente Cinese è raffigurata con un fucile in mano a cavalcioni dell’orsacchiotto che ha due x al posto degli occhi e la lingua fuori. Winnie The Pooh è da tempo tabù in Cina a causa della sua somiglianza con Xi Jiping.

https://www.chosun.com/international/international_general/2021/12/01/3KVHT65ILZBWDPONPSWOYFFWKY/

La BBC, da Londra, dedica un servizio ai murales che affollano i muri dello storico rione milanese dell’Ortica, lo stesso immortalato anche da Enzo Jannacci nella canzone “Faceva il palo”. Il titolo è Street Art, Murtale e Italia: Ortica, un quartiere di Milano dove la storia è scritta sui muri. Il primo murales, sul cavalcavia Bucari con le parole appartenenti a un’esortazione mai dimenticata di Sandro Pertini: coraggio, lealtà, condivisione, solidarietà, empatia. Poi ci sono i disegni che ricordano i diritti dei lavoratori, delle donne, che ritraggono atleti, musicisti, attivisti ed eroi.

https://www.bbc.com/serbian/lat/svet-59434203

Giusto per farvelo sapere. Oggi in Giappone, a Osaka, apre “Vesticane”, il primo negozio di abbigliamento italiano per cani con giubbetti, cappottini, scarpine e tutto il resto firmato da stilisti del Belpaese come Lollipet e Florenze. Il sito reanimal ci dice anche che le pettorine che vanno per la maggiore sono quelle color piombo. Nel negozio c’è anche l’angolo snack-pet per allungare un biscottino a Buck mentre noi ci prendiamo un cappuccino. Perché voglio immaginare che in un negozio del genere il cappuccino ci sia.

https://reanimal.jp/article/2021/12/01/3105.html

 

Tags: