Ristretto Italiano – 20 aprile 2021

Ristretto Italiano – 20 aprile 2021

In questo ristretto: Italia in ritardo per il Recovery Plan; sensazione all’estero per il processo a Salvini; KO la signora che aveva inscenato un furto accusando i suoi domestici rumeni; i pasticceri che gonfiano i gelati senza dirlo e i malumori dei Gucci per il film con Lady Gaga

Dal Wisconsin, dall’emittente radiofonica WSAU, giunge voce che il governo italiano potrebbe non essere pronto a presentare il Recovery Plan alla Commissione Europea entro il 30 aprile. Per Draghi sarebbe un colpo duro, in ballo ci sono più di 200 miliardi, spalmati su sei anni, che comincerebbero ad arrivare già da luglio. L’emittente americana cita una fonte riservata secondo la quale Bruxelles sta chiedendo dettagli, tra i quali alcuni sulla riforma della giustizia, che non potranno arrivare prima di metà maggio. Da Roma solo smentite. Fra due settimane sapremo.

Sensazionale: Salvini rischia fino a 15 anni per sequestro di persona. L’enfasi non è mia. Questo è il titolo, diciamocelo un poco pompato, del tabloid serbo Alo! . L’ex Ministro dell’Interno, che ha guadagnato buona parte del proprio capitale politico nella lotta anti-immigrazione, scrive la testata di Belgrado, se condannato potrebbe dover scontare una lunga pena detentiva. Il processo comincerà il 15 settembre a Palermo. E dalla Germania, il quotidiano di estrema sinistra Junge Welt definisce la Lega “fascista” e spiega che per il caso in questione, agli occupanti della Open Arms venne impedito per molti giorni di attraccare in un porto italiano.

Dalla Romania, Rotalianul riporta la notizia della famiglia di loro connazionali assolta a Lucca dall’accusa di avere rubato gioielli alla datrice di lavoro. Una storia brutta e complicata che vede una coppia benestante, alloggiata in una villa di Camaiore, assumere per l’estate una famiglia di rumeni salvo macchinare un espediente per poterli licenziare a fine stagione senza pagarli. Ma questa volta non gli è andata bene.

L’Italia dichiara guerra ai gelatai che pompano aria compressa nei loro prodotti per farli sembrare più soffici. Il gelato è riconosciuto da tempo, a livello mondiale, come un’eccellenza italiana, per questo, scrive da Londra il Telegraph, a Roma si sta studiando una legge per punire chi non rispetti gli standard. E prevede per i trasgressori multe fino a 100mila euro.

Harpers Bazar dedica una pagina al weekend romano di Lady Gaga, in Italia per girare House of Gucci, con una foto in cui la star sfoggia una pelliccia sintetica, parecchio oversize, a righe nere e rosse mentre, seduta su una poltroncina di vimini sorseggia un drink. “Anche gli abiti più comodi di Gaga sono opere da capogiro” commenta la rivista di moda americana che non manca di sottolineare il disappunto dei Gucci per questa invasione di campo nella privacy della famiglia. Lady Gaga impersona Patrizia Reggiani.