Ristretto Italiano – 20 novembre 2021

Ristretto Italiano – 20 novembre 2021

Agli occhi dei tedeschi diventiamo quelli bravi: accade con i vaccini. Transizione alle auto elettriche: perderemo 60mila posti di lavoro. Dagli Stati Uniti la Delta Airlines interessata a entrare in ITA.

Italia citata come esempio. Cosa molto rara fino a ora, soprattutto se a indicarci come quelli ‘capaci’ sono i tedeschi, o gli austriaci. Accade per i vaccini con la Salzburger Nachrichten che, presentando l’introduzione del vaccino anticovid obbligatorio per gli austriaci dal 1 febbraio, scrive “Anche gli Italiani pensano di farlo”. In realtà la discussione si limita, per ora, alla proposta del presidente di Confindustria Bonomi; il sottosegretario alla Salute Costa ha ribadito al Gr1 che da noi si continua a privilegiare il rapporto di fiducia col cittadino.

https://www.sn.at/politik/weltpolitik/auch-italien-diskutiert-ueber-impfpflicht-fuer-alle-112720249

E, proprio nel rapporto con i tedeschi, l’Italia ha anche ricominciato a restituire i favori del 2020 quando tanti malati di Covid19 furono accolti negli ospedali tedeschi trovandosi i nostri al collasso. La Bild informa che, di fronte a questa’ondata tedesca senza precedenti, in Baviera ci sono già i primi ospedali full out e i primi pazienti sono stati trasferiti in Italia, in alto Adige, nella fattispecie.

https://www.bild.de/regional/muenchen/muenchen-aktuell/dramatische-corona-lage-in-bayern-erste-patienten-nach-italien-verlegt-78287782.bild.html

Il passaggio alle auto elettriche minaccia 60mila posti di lavoro in Italia. Lo ha scritto, da Londra, l’agenzia Reuters riprendendo la denuncia del più grande sindacato italiano dei metalmeccanici, la Fim-Cisl. E nella legge di bilancio – ha affermato il segretario nazionale Ferdinando Uliano – non è previsto alcun intervento a sostegno di un settore travolto dalla transizione energetica e ecologica”

https://www.reuters.com/world/europe/transition-electric-cars-threatens-60000-jobs-italy-fim-cisl-union-2021-11-19/

Ed è sempre Reuters a battere la notizia che l’americana Delta Air Lines sta valutando l’acquisto di una partecipazione in ITA, la nuova compagnia aerea che ha preso il posto di Alitalia, per rafforzare la sua presenza in Europa. L’agenzia britannica precisa di avere preso la notizia su Repubblica, che cita fonti governative, ma di non avere ritrovato riscontri diretti negli Stati Uniti.

https://www.reuters.com/markets/deals/delta-mulls-investment-italys-ita-paper-2021-11-19/

In Italia un’ondata di persone che chiedono di essere ‘sbattezzate’. Questo il titolo che la piattaforma di notizie religiose Patheos, con sede in Colorado, dà sull’iniziativa dell’Unione Italiana degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, l’UAAR. Negli ultimi dieci anni, da quando fu messo in rete il modulo per chiedere che il proprio battesimo venga cancellato, ne avrebbero fatto richiesta più di centomila persone. E i picchi di interesse sarebbero arrivati ogni volta che la chiesa ha preso posizione su temi come aborto, eutanasia, omosessualità. Nel giugno scorso, quando la Santa Sede si espresse contro il del Zan, poi naufragato, ci fu un picco che passò dalla media di 120 visitatori al giorno a più di 6mila. In realtà, spiega il servizio, il battesimo è un fatto avvenuto e non può essere cancellato; si può tuttavia formalizzare l’abbandono della Chiesa Cattolica da parte della persona.

Italy sees a surge of people demanding to be de-baptised