Ristretto Italiano – 21 dicembre 2021

Ristretto Italiano – 21 dicembre 2021

Financial Times consiglia: Draghi vi serve più come Presidente. Scholz a Roma: la prima volta ufficiale per il neo cancelliere tedesco. Stop imprevisti per le centrali nucleari francesi: ora Parigi dovrà comprare l’elettricità da noi. Con i droni arrivano le consegne dal cielo: primi voli a Torino.

Draghi può servire al meglio l’Italia diventando il suo prossimo Presidente. Lo scrive da Londra Bill Emmot, vecchia spina nel fianco di Berlusconi ai tempi dell’Economist, oggi dalle colonne de il Financial Times. La priorità, scrive Emmot, è che le riforme che egli ha avviato non vadano in fumo. Da bravo economista Draghi conosce bene la teoria del Second best. Quindi se il meglio sarebbe rimanere primo ministro per i prossimi cinque anni di gestione del Piano di Rilancio, cosa evidentemente impossibile, la seconda miglior scelta è quella di sovrintendervi come capo di Stato. Se resta a Palazzo Chigi fra sei mesi la tregua finisce e la campagna elettorale travolgerà anche lui; se invece a Febbraio si insedierà al Colle potrebbe, intanto, creare un governo fotocopia con un altro premier di sua fiducia al suo posto e vigilare per i prossimi sette anni. Del resto quello di Capo dello Stato, in Italia, si è via via trasformato da incarico molto istituzionale e di rappresentanza a un vero interlocutore nelle vicende della politica. Insomma una miscela di presidente non esecutivo e papa laico.

https://www.ft.com/content/e4909253-ee5e-4474-a298-c787c81fa033

L’Italia chiede una più stretta integrazione delle finanze all’interno dell’Unione. Lo ha dichiarato alla tedesca Welt l’ambasciatore italiano in Germania Varricchio nel giorno della prima visita ufficiale in Italia del neo cancelliere Olaf Scholz. Sarebbe piuttosto strano rafforzare la politica di difesa e sicurezza europea in assenza di un coordinamento finanziario, ha detto il nostro diplomatico. E ha precisato che non si tratta di Stati che devono pagare i debiti degli altri in modo permanente ma di uno spazio economico comune vitale e stabile, oltre i confini nazionali.

https://www.hasepost.de/italien-will-staerkere-verzahnung-von-eu-finanzen-283906/

Apprezzamento per l’economia italiana anche dalla Presidente europea Von Der Leyen ieri a Milano per l’apertura dell’anno accademico alla Cattolica. Ma se la produzione economica galoppa e tornerà ai livelli pre crisi nei prossimi sei mesi, resta il nodo dell’occupazione giovanile che cresce più lentamente rispetto al tasso di occupazione complessivo. Poi ha incoraggiato gli studenti a laurearsi senza perdere tempo in quanto è in arrivo un’ondata di assunzioni senza precedenti.

https://www.euractiv.com/section/politics/short_news/eu-chief-praises-italy-for-its-fast-growing-economy-criticises-high-youth-unemployment/

Sperimentati a Torino i primi trasporti merci via drone. Lo scrive News Atlas, bollettino del Cern, dalla Svizzera. In pratica l’ENAV ha autorizzato due voli di droni caricati con un peso di 25 kg l’uno. In un caso l’oggetto era all’interno di un vano, nell’altro agganciato alla parte inferiore di modo che l’ìoggetto volante lo possa appoggiare su un cavo senza mai atterrare. Per garantire la sicurezza di tutti, tranne i canoisti locali – scherza la rivista, i droni hanno sorvolato principalmente il fiume stura. Nonostante l’enorme potenziale – leggo ancora – c’è molta prudenza a autorizzare questo sistema di consegne su larga scala per evitare che le città siano sorvolate da sciami di piccoli velivoli senza pilota; certo sempre meglio degli sciami di motociclette sulle strade. E io aggiungerei un forse.

https://newatlas.com/drones/first-urban-drone-delivery-europe/

Ondata di arresti non programmati per gli impianti nucleari francesi. 16, su un totale di 56, sono ora fermi, a causa dei ritardi della manutenzione dei reattori; circostanza che rappresenta per Parigi un calo del 31,6 per cento della produzione nella stagione più fredda. Ciò comporta – scrive l’agenzia di nozze energetiche europea Montel – che la Francia dovrà acquistare energia anche dall’Italia e, a causa dell’impennata dei prezzi in Europa, le dovremo presentare un conto piuttosto salato.

https://www.montelnews.com/fr/news/1285121/la-france-devra-recourir-%C3%A0-des-importations-%C2%AB-coteuses-%C2%BB-

Volete insegnare a cucinare ai vostri bambini dandogli magari la responsabilità di aiutarvi nella preparazione del cenone? Dal Canada, La presse, vi suggerisce la ricetta dei malfatti. Piatto della tradizione toscana i malfatti altro non sono che grossi gnocchi cotti nell’acqua e serviti in un sugo di pomodoro. Preparandoli i nostri bambini si divertiranno un sacco. E si sporcheranno un sacco. Dovete solo fargli trovare ricotta, spinaci o bietole tritati, pangrattato, pecorino grattugiato, uova, burro, e farina da utilizzare però, quest’ultima, solo a gnocchi fatti. Le pallotte dovranno essere di una trentina di grammi circa e il suggerimento, per non farli ‘squagliare’, diciamo, è quello di cuocerli in acqua molto, molto salata e non eccessivamente bollente. 

Arrisentirci, e gnam!

https://www.lapresse.ca/gourmand/recettes/2021-12-20/petits-cuistots-des-fetes/des-malfatti-comme-en-italie.php#