Ristretto Italiano – 21 maggio 2022

Ristretto Italiano – 21 maggio 2022

Sul Washington Post la donna che potrebbe portare l’Italia all’estrema destra. Presentato alle Nazioni Unite il piano italiano per la pace in Ucraina. La piscina torinese dove è consentito il Burkini: un successo che dura da tredici anni.

La donna che potrebbe portare l’Italia all’estrema destra, titola il Washington Post. Indovinate chi è…. Mentre la Francia, e l’Europa intera, tirano il fiato per la sconfitta di Marine le Pen – scrive l’articolo – e quando SuperMario afferma che non cercherà un altro mandato a meno di un anno dal prossimo voto non è tempo di abbassare la guardia: se Giorgia Meloni succederà a Draghi sarà un terremoto politico sia per l’Italia, sia per l’Europa. Questo perché la leader di Fratelli d’Italia, nonostante il restyling da moderata, rimane l’erede dei neofascisti di Alleanza Nazionale; e perché il suo partito è nei sondaggi, al 17 maggio, il primo col 23 per cento delle preferenze, davanti di due punti dal PDI e addirittura di sette dalla Lega di Salvini che è in caduta libera. L’ascesa di un partito neofascista, continua il Washington Post, manderebbe nel panico i mercati internazionali e questo l’Italia ora, con un debito al 150 per cento, davvero non se lo può permettere. Meloni ha saputo ben giocare le sue carte rimanendo fuori dall’attuale esecutivo di grande alleanza e oggi Mario Draghi non appare più come il semidio salvatore dei primi tempi. Meloni è un personaggio straordinario nel macchiamo tossico italiano e se vincerà sarà la prima donna premier.

https://www.washingtonpost.com/business/the-woman-who-might-lead-italy-to-the-far-right/2022/05/19/5998d154-d731-11ec-be17-286164974c54_story.html

Ecco il piano italiano per ritrovare la pace in Ucraina. Lo ha presentato mercoledì il ministro Di Maio alle Nazioni Unite e ieri ne parlavano tutti i giornali dell’area, russi e ucraini in primis. Di che cosa si tratta? Prendo Slovoidilo, da Kiev, che spiega come il piano si componga di 4 tappe e di come non si possa arrivare alla successiva senza avere completato le precedenti. Uno: cessate il fuoco da negoziare mentre si combatte (irrealistico immaginare che una tregua si realizzi da sola). Poi il negoziato multilaterale sul futuro status dell’Ucraina da realizzarsi in una conferenza di pace. Ancora l’accordo bilaterale fra i due paesi in guerra sui territori, Crimea e Donbass in testa. E, a conclusione di tutto, l’accordo multilaterale generale sulla pace e la sicurezza in Europa. La speranza è che questa nostra proposta possa avere gambe per camminare.

https://www.repubblica.it/politica/2022/05/19/news/piano_pace_governo_italiano_4_tappe-350167027/

Draghi, che solo un anno fa definì Erdogan un dittatore, ha annunciato che a luglio sarà in Turchia. I miracoli della politica… a volte. Il titolo è del quotidiano turco Haber che riferisce come, parlando al Parlamento Italiano, il nostro presidente del consiglio abbia annunciato che a luglio sarà ad Ankara per un bilaterale con la Turchia, il primo vertice di questo genere in dieci anni. Naturalmente al centro dei colloqui il rafforzamento delle relazioni tra i due Paesi.

https://www.haber7.com/dunya/haber/3224127-erdogana-dikdator-diyen-draghi-turkiyeye-gelecegini-acikladi

Da tredici anni, a Torino, una piscina che autorizza l’uso del Burkini durante le fasce riservate alle donne. Ne scrive France Info. In questa “piscina rosa”, diciamo, ogni domenica mattina gli uomini devono uscire, tutti, bagnini compresi e alle donne musulmane è consentito nuotare anche completamente vestite, col Burkini, appunto. Col tempo, spiega alla testata francese un’organizzatrice, le donne hanno capito che sono lontane dagli sguardi maschili e poco alla volta hanno rinunciato al costume che le copre da capo a piedi, tanto che ne è rimasta solo una. E queste domeniche mattina in rosa permettono anche a tante altre donne che non si sentono sicure del loro aspetto, come le operate al seno, di nuotare serenamente.

https://france3-regions.francetvinfo.fr/auvergne-rhone-alpes/italie-a-turin-depuis-13-ans-une-piscine-autorise-le-burkini-dans-des-creneaux-reserves-aux-femmes-2544216.html

Da Walla, Israele, i consigli per cucinare una pasta perfetta. Questi, lo sapete, sono articoli che mi incuriosiscono sempre e questa volta, devo dire che sono abbastanza vicini al nostro gusto. Magari glieli ha scritti un italiano. Comunque. Acqua: un litro e un cucchiaino di sale per ogni cento grammi di pasta; niente olio nell’acqua che non ce n’è bisogno. Pentola necessariamente alta per gli spaghetti; vietato spezzarli. Cuocere a fuoco medio, c’è con l’acqua sempre prossima al bollore, e senza coperchio per due minuti in meno rispetto a ciò che è indicato sulla scatola. La cottura dovrà finire dentro al sugo. Mai cuocere la pasta in anticipo: la regola non scritta è che se uno deve aspettare questo è il sugo. Mai sciacquare la pasta sotto l’acqua corrente. A questo punto gli abbinamenti ai diversi tipi di sugo: pasta corta per i sughi a base di verdure, paste corte anche per i sughi a base di formaggio e panna. Spaghetti, o linguine invece, per olio aglio, Carbonara, Cacio e Pepe e, come scrivono loro, la Potanska. Il ragù bolognese, invece, si porta su tutto.

https://barillashavuot.walla.co.il/item/3506216

 

Tags: