Ristretto Italiano – 21 ottobre 2021

Ristretto Italiano – 21 ottobre 2021

Sul green pass in Italia facciamo sul serio, riconosce una testata coreana ma, dall’Austria, giunge l’invito a toglierlo. Un mercato comune europeo del gas: lo propongono Atene e Roma a Bruxelles. I nostri carabinieri recuperano un prezioso disegno del settecento rubato dai nazisti a Brno, e lo restituiscono alla città ceca. Interdizione a vita dagli stadi per gli episodi di razzismo.

Sul green pass gli italiani fanno davvero sul serio. Come spiega da Seul l’agenzia di stampa Una senatrice, Laura Granato, è stata sospesa per dieci giorni, e sanzionata, per non avere rispettato le regole valide in tutti i luoghi di lavoro, Palazzo Madama compreso, ed essere entrata.

https://www.google.com/search?q=laura+granato&rlz=1C5CHFA_enIT954IT954&oq=laura+granato&aqs=chrome..69i57j46i324j0i3j0i512j0i22i30l6.2484j0j15&sourceid=chrome&ie=UTF-8

Intanto dall’Austria Unser Tirol esorta l’Italia a mettere la parola fine all’obbligo del Green Pass come hanno già fatto altri Paesi che hanno raggiunto l’80 per cento della popolazione vaccinata, a cominciare dalla Danimarca. La situazione di emergenza non esiste più, scrive il quotidiano cui, paradossalmente, sembra sfuggire il dato che la popolazione altoatesina di lingua tedesca ha una percentuale di vaccinati che supera di poco il 60 per cento e che proprio da ieri si parla di una specie di Green pass, il modello 3g, anche a Vienna.

„Der Green Pass kann in Pension gehen“

Grecia e Italia chiedono all’Unione Europea un mercato comune del gas. Lo scrive da Atene Forin riferendo le parole del primo ministro Mitsotakis il quale, a un convegno economico, ha richiamato la coraggiosa decisione di chiudere gli impianti di lignite nell’ambito di un rinnovato piano energetico e rivendicato la richiesta inviata a Bruxelles, assieme al suo omologo italiano Draghi, relativa a un acquisto comune europeo di gas con lo scopo di meglio redistribuirlo e di calmierare i prezzi.

https://www.forin.gr/articles/article/53337/mhtsotakhs-ellada-kai-italia-zhtoun-koinh-agora-fusikou-aeriou-apo-thn-eurwpaikh-enwsh

Recuperate dai carabinieri italiani – scrive da Barcellona La Vanguardia – due preziosi disegni di Giacomo Cavedone, artista del 17esimo secolo, trafugati dai Nazisti in una casa di Brno nel 1939. Il proprietario, un avvocato ebreo morto di torture nel 1941, li aveva catalogati in una collezione di circa 700 opere. Non se ne è saputo più nulla per 80 anni fino a che sono stati trovati in un mercato d’arte americano dai nostri agenti che li hanno restituiti alla città di Brno.

https://www.lavanguardia.com/cultura/20211020/7802712/italia-recupera-dibujos-cavedone-expoliados-gestapo-alemania-nazi.html

L’Italia chiede l’interdizione a vita dagli stadi per i tifosi coinvolti in incidenti a sfondo razziale. Trono la notizia sul sito in lingua araba Iraq Akhbar e si riferisce alla dichiarazione del presidente della Federcalcio Gravina sui troppi episodi avvenuti in serie A, dagli insulti a Coulibaly, al portiere del Milan Mainan. Il calcio italiano ha da tempo un grosso problema col razzismo – ha detto Gravina – e noi abbiamo gli strumenti necessari per individuare i protgonisti ed espellerli dagli stadi.

ايطاليا.. دعوات الى فرض حظر مدى الحياة على المتورطين بحوادث عنصرية

La rottura tra il calciatore Mauro Icardi e la modella Wanda Nara è diventato un caso talmente globale che se ne parla anche in Corea del Sud. “Infedeltà. Lei se ne va di casa. Lui molla gli allenamenti” è il titolo che da Seul, Star dà alla storia e spiega che quando lei ha saputo del tradimento di lui con una modella argentina, si è tolta la fede in diretta Instagram, ha fatto le valigie e è tornata a Milano e lui, per rincorrerla, ha saltato gli allenamenti con Paris St. Germain. E l’articolo si chiude con un grande punto interrogativo: romperanno per davvero?

https://star.mt.co.kr/stview.php?no=2021101923415062403&MTI