Ristretto Italiano – 22 giugno 2022

Ristretto Italiano – 22 giugno 2022

In Francia una situazione parlamentare all’Italiana. E’ tutto un citarci. Ebrei in Europa: l’Italia è il Paese più accogliente. Non buttiamo le mascherine: il Covid sta rialzando la testa, nonostante il caldo.

La politica italiana continua a fare scuola. Dopo l’esportazione del modello Berlusconi negli Stati Uniti con l’elezione, nel 2016, di Donald Trump, ora la stampa parigina commenta il risultato francese di domenica scorsa all’Assemblea legislativa chiamandola “Una situazione all’Italiana”. L’Opinion titola “Italia, esperta nella gestione del Parlamento senza la maggioranza assoluta”. Spesso frammentato, leggo nell’articolo, il cenacolo politico romano è abituato a interminabili trattative che finiscono sempre per avere successo. A scapito della capacità di agire dei governi.

https://www.lopinion.fr/international/litalie-une-experte-pour-gerer-labsence-de-majorite-absolue-au-parlement

E RTL, quella che una volta era Radio Luxemburg, scrive: in Italia, come in Germania, il governo per coalizioni è una delle caratteristiche della vita politica – come sa bene Draghi – e l’instabilità resta la regola. Qui in Italia – scrive il corrispondente – l’espressione “governo di minoranza” è ampiamente usata e definisce un esecutivo quando è costretto a dovere cercare alleanze per potere governare. L’esatta definizione del nuovo contesto politico in Francia.

https://www.rtl.fr/actu/international/legislatives-2022-l-allemagne-et-l-italie-deux-modeles-parlementaires-distincts-7900166058

Ancora Paris Match che, dopo avere ricordato che l’Italia ha fatto da precursore anche con i populisti al governo (Lega e Cinque Stelle) considera però che in Francia Le Pen e Melenchon non lo faranno mai e per questo sono più pericolosi.

https://www.courrierinternational.com/article/match-les-populistes-francais-sont-beaucoup-plus-dangereux-que-ceux-d-italie

L’Italia, assieme all’Ungheria, è, fuori di Israele, uno dei luoghi più accoglienti per gli ebrei. Ne parla il postale israeliano Mako citando uno studio dell’associazione delle comunità ebraiche in Europa. Per potere costruire un semaforo immaginario a disposizione degli ebrei, lo studio ha analizzato ciò che i governi fanno per sostenere le comunità ebraiche, per promuoverne e proteggere la libertà religiosa e culturale, per contrastare l’antisemitismo. E noi ci collochiamo primi con un rana di 79 punti su cento. Seguono Ungheria e Danimarca. Polonia e Belgio i più ostili.

https://www.makorrishon.co.il/news/499135/

Gli italiani si sono tolti le mascherine, hanno cancellato i Green pass dai loro smartphone e i sanitari dei centri vaccinali ormai passano il tempo giocando a Tetris ma – suggerisce dalla Spagna l’agenzia EFE, in una notizia ripresa da tutti i Paesi latini – non è ancora il momento di abbassare la guardia. Il ritorno di fiamma è stato importante – considerato anche la stagione estiva – con 75mila casi in più in una sola settimana anche se la pressione sugli ospedali non è aumentata. Certo è che questa nuova variante si presenta più insidiosa delle precedenti in quanto non è immediatamente riconosciuta dai tamponi già in commercio e dà sintomi molto più concreti e pesanti delle tante asintomatiche degli ultimi mesi.

https://www.efe.com/efe/espana/sociedad/italia-llama-a-la-precaucion-tras-el-fuerte-aumento-de-casos-covid-19/10004-4835842

L’Italia è uno dei Paesi più richiesti al mondo per venirci a studiare. La cosa è risaputa e la rivista delle ferrovie turche, Railly News, spiega ai suoi lettori anche il perché. Perché la rete delle Università italiane gode di una reputazione eccellente e laurearsi in Italia significa avere un titolo di studio europeo valido in tutti i Paesi dell’Unione. Non a caso i cervelli italiani, che invece in Patria faticano a trovare un lavoro, sono richiestissimi in tutto il mondo. Studiare in Italia significa imparare la lingua, una delle più studiate al mondo, dopo inglese e spagnolo, e vivere quattro cinque anni indimenticabili della propria esistenza. I campi di studio maggiormente scelti dagli stranieri in Italia – scrive l’articolo – sono ingegneria, architettura, affari, economia.

https://www.raillynews.com/2022/06/What-are-the-advantages-of-studying-in-Italy%3F/