Ristretto Italiano – 22 marzo 2022

Ristretto Italiano – 22 marzo 2022

Via dalla Russia: Enel lascerà definitivamente nel giro di pochi mesi. Muore, attaccato dagli squali in Colombia, un turista di Roseto degli Abruzzi. Basilica di Norcia: al via la ricostruzione cinque anni dopo il terremoto.

Enel lascerà definitivamente la Russia nel giro di pochi mesi. La dichiarazione rilasciata ieri dall’amministratore delegato Francesco Starace è stata subito ripresa da Bloomberg che sottolinea come questa sia la linea delle maggiori società energetiche mondiali da BP, a Shell, a ENI. Fondata nel 2004, Enel Russia contribuisce all’utile complessivo della società per poco più dell’un per cento lordo; la decisione di uscire parzialmente era tuttavia già stata presa, sanzioni a parte, per la difficoltà di ridurre le emissioni di carbonio all’interno del sistema elettrico russo. D’altra parte, oggi come oggi, ha detto Starace, non è più conveniente partecipare alla riconversione sulle rinnovabili in Russia. Enel è ora alla ricerca di un passaggio di consegne che non interrompa il servizio delle tre centrali termoelettriche da 5.700 megawatt e che salvaguardi l’occupazione dei dipendenti russi.

https://www.bloomberg.com/news/articles/2022-03-21/italy-s-enel-prepares-to-exit-russia-within-months-ceo-says

Era italiano l’uomo attaccato e ucciso dagli squali sull’isola colombiana di Sant’Andreas mentre faceva snorkeling. Si tratta di Antonio Straccialini, 55 anni, di Roseto degli Abruzzi. Il Daily Mail, da Londra, racconta che l’uomo, appassionato di immersioni, stava nuotando nelle acque della Piscinita, rinomato golfo turistico molto frequentato dagli inglesi, quando è stato circondato da un branco di squali; inutili i tentativi di difesa, un morso alla coscia gli è stato fatale. I compagni di immersione lo hanno riportato a fatica a bordo dell’imbarcazione ma quando hanno raggiunto la riva il corpo era già privo di vita. Stando alle testimonianze dei locali è la prima volta che uno squalo attacca in quella zona.

https://www.dailymail.co.uk/news/article-10632999/Italian-tourist-killed-horror-shark-attack-Caribbean-bitten-leg-8ft-beast.html

Sono migliaia le pietre raccolte attorno alla Basilica di Norcia dopo il crollo provocato dal terremoto del 2016. E, come riporta il giornale degli italiani in Venezuela Voce, duemila sono già state catalogate nel Cantiere delle Pietre Vive, in vista della ricostruzione. Pietre – scrive il giornale – che sono la linfa che permetterà di ricostruire la casa di San Benedetto con tutti i suoi valori identitaria. A ognuna di esse vengono dati un nome e un numero, proprio come nei puzzle, affinché possano essere ricollocate nella sede originaria. Intanto nel cantiere è stata eretta una gru a testimonianza che l’avvio della ricostruzione materiale è ormai prossimo.

https://voce.com.ve/2022/03/20/646732/terremoto-2-mila-pietre-per-ricostruire-basilica-di-norcia/

Ieri, 21 marzo, era la Giornata Mondiale del Tiramisù, dolce italiano certamente apprezzato anche in Patria ma che mi rendo conto, cercando ogni giorno notizie che parlino di noi, che all’estero è sicuramente il più iconico dei dessert italiani; il cheescake dello stivale. Ed è sul magazine spagnolo Hola iche ieri ho trovato un’infilata di varianti molto ricca che oggi pubblicherò sulla pagina Facebook della Community. C’è la ricetta al bicchiere Napoli Gang con tre strati sovrapposti di pani di Spagna, mascarpone e caffè. C’è il tiramisu gelato, quello al limoncello, quello all’anice, al the matcha, quello con la meringa e quello in coppetta da cocktail. Alcuni hanno i savoiardi, altri il pan di Spagna. Ed è bizzarro vedere che gli spagnoli cercano di capire come mai da noi lo si chiami Pan di Spagna.

https://www.hola.com/cocina/noticiaslibros/galeria/20220321206550/recetas-tiramisu-postre-italiano/9/