Ristretto Italiano – 23 giugno 2022

Ristretto Italiano – 23 giugno 2022

Terremoto Cinque Stelle: la tenuta del governo italiano sotto la lente della stampa internazionale. In Italia poco poco più di un regista su dieci è donna. Dalla New York del Medioevo ai tesori della Sicilia: continua la caccia ai borghi italiani sconosciuti agli stranieri.

La scissione nel Movimento 5 Stelle indebolisce la coalizione di governo in Italia. Il titolo è dello spagnolo El Periodico che spiega come il ministro degli esteri, già presidente del partito che martedì si è diviso, abbia creato una nuova formazione. 60 parlamentari – spiega l’articolo – sono entrati a far parte del nuovo movimento Insieme per il Futuro facendo perdere così al Cinque Stelle lo statuto di primo partito in Parlamento. Il movimento che costruì la propria fortuna su una posizione anti establishment nel 2009 ha finito, dopo anni di calo, la propria parabola.

https://www.elperiodico.com/es/internacional/20220622/italia-m5s-parlamento-matteo-salvini-luigi-di-maio-13912166

Con questo episodio, commenta sempre da Madrid El Pais, la politica italiana ha dato un altro esempio della sua capacità autodistruttiva attraverso il suo bisogno ossessivo di riprodursi attraverso la rottura. Una decisione esplosiva, col pretesto dell’invio di armi all’Ucraina, che dopo i mesi di navigazione tranquilla di Draghi restituisce all’Italia l’instabilità di sempre.

https://elpais.com/internacional/2022-06-21/luigi-di-maio-abandonara-el-movimiento-5-estrellas-y-provocara-una-gran-escision.html

Prevedendo  che lo scisma non avrà conseguenze immediate sul governo, da Londra Financial Times non esclude che Giuseppe Conte possa ritirare la sua ala più radicale del partito dalla colazione. Il movimento, che non ha mai rinnegato i suoi rapporti cordiali con la Russia, ha forti tendenze pacifiste – attivamente incoraggiate dalla Chiesa Cattolica – ed è storicamente sospettoso del ruolo di Washington sulla scena internazionale. E anche l’opinione pubblica – continua la testata britannica – non è poi così compatta attorno alla linea del governo.

https://www.ft.com/content/f34eba5a-9ca8-4ca5-bc50-21fcca81068b

E’ morto a Tululà, in Colombia, all’età di 87 anni, Giovanni Russo, l’imprenditore italiano che inventò la Nucita, uno dei dolci più venduti in tutta l’America latina. La nucita è un cioccolatino di cacao, latte e nocciole molto simile alla Nutella e per molti latino americano non più giovanissimi è la Madeleine che ricorda la loro infanzia. Siciliano di origine prima di arrivare in Colombia, Russo aveva appreso il mestiere in Svizzera. Anche da pensionato, benché parte della sua famiglia fosse tornata in Italia, aveva deciso di rimanere in quella città dal clima caldo del sudovest del Paese.

https://ansabrasil.com.br/americalatina/noticia/italia/2022/06/21/murio-el-italiano-creador-de-un-dulce-colombiano_5dc769bb-66ed-4d71-be86-477ab70c391d.html

In Italia i film prodotti da registe donne non superano il 13 per cento del totale prodotto nel 2019 e nel 2020; e non consola sapere che il dato rappresenta un aumento significativo – commenta dall’Inghilterra Screen Daily – dall’esiguo 2 per cento del 2010. E’ per questo che quattro registe italiane – Susanna Nicchiarelli, Michela Occhipinti, Chiara Bellosi e Maura Delpero – si sono trovate a Londra per chiedere sostegno. C’è un problema culturale alla base di tutto questo – ha detto la Micchiarelli – e me ne accorsi già quando nel 2009 realizzai Cosmonaut. I produttori ti evitano e i contratti sono difficili da costruire. Dal 2017 Nicchiarelli ha girato due film direttamente in inglese entrambi presentati in anteprima a Venezia. Maura Delpero, che debuttò a Locarno nel 19 con Maternal si rassegna all’evidenza di una società patriarcale che condiziona tutto. Già dal 17 l’industria italiana si impegna per correggere lo squilibrio di genere  con l’introduzione di punti di vantaggio alle donne per chi chiede i finanziamenti pubblici. E poi, come in tutto, occorre l’accoglienza del pubblico.

https://www.screendaily.com/news/how-italys-female-directors-are-trying-to-redress-the-industrys-gender-imbalance/5171900.article

Come sapete siamo sempre molto attenti ai consigli turistici che, dall’estero, riguardano il nostro Paese soprattutto quando i suggerimenti riguardano mete inconsuete, fuori dai classici Gran Tour. E oggi attingo al blog Los Viajes de Claudia che dedica un servizio ai bordi più suggestivi del Belpaese. E’ così che accanto alla comunque celebre Alberobello trovo Corricella, un arcobaleno su mare a Procida, La Maddalena, con tutto il ben diddii che la circonda, San Gimignano, la New York del medioevo con lo skyline pieno di torri e grattacieli, ancora Manarola, sulle Cinque Terre e Cefalù, vero tesoro siciliano. Senza tralasciare Montepulciano in Toscana e Barolo in Piemonte, senza bisogno che vi dica io il perché.

https://losviajesdeclaudia.com/italia/pueblos-mas-bonitos-2/