Ristretto Italiano – 23 novembre 2021

Ristretto Italiano – 23 novembre 2021

Timore dei repubblicani statunitensi per le sorti politiche italiane: solo Draghi è un vero atlantista. Bene Telecom in borsa, ma non benissimo; pesa lo scontento di Vivendi. Al minimo le riserve di corallo per i gioiellieri di Torre del Greco. La Lollo torna in TV: lasciatemi morire in pace.

Gli Stati Uniti ci osservano. Cercano di interpretare i sommovimenti politici e la rivista di Heritage, thitnktank conservatore, pubblica un’attenta analisi di ciò che potrebbe accadere subito, a breve con il Quirinale e poco dopo con le politiche. Ergo: le recenti amministrative non hanno chiarito granché: le sinistre – cioè PD e 5 stelle – hanno vinto ma non sono certo un corpo e un’anima e le destre non è chiaro, agli osservatori americani di destra, se potranno fornire una coalizione di governo forte. Ora c’è Draghi, atlantista convinto e candidato gradito a Washington anche al Quirinale. Quirinale che, visto mai, con un Prodi potrebbe essere più aperto a Pechino. Morbidi coi cinesi anche i 5 stelle. A destra, invece, c’è il problema Russia ben gradita a Salvini e buona parte della Lega. Ma la verità – conclude il giornale del pensatoio conservatore – è che la destra è poco interessata alla politica estera.

https://www.heritage.org/europe/commentary/can-italys-voters-deliver-strong-us-partner

E gli operatori economici, anche questi da ogni angolo del globo – l’ossimoro è voluto – osservano quanto sta avvenendo in Italia con Telecom. L’offerta degli americani di KKR sul 100 per 100 di TIM per 11 miliardi di euro non piace ai francesi di Vivendi, attuali azionisti di maggioranza, né al governo italiano che considera Telecom un asset strategico nazionale. Per cui il titolo TIM ieri in borsa ha chiuso bene ma non certo benissimo. Più marcati, di conseguenza, i rialzi degli altri operatori telefonici dalla spagnola §Telefonica – come riporta El Pais – a Vodafone, Orange e Deutssche Telekom.

https://elpais.com/economia/2021-11-22/la-opa-de-kkr-por-telecom-italia-choca-con-la-resistencia-de-vivendi-y-el-gobierno.html

La capitale italiana del corallo rosso lotta contro il riscaldamento del mare. E’ il New York Times che scrive di Torre del Greco, città portuale tra Ercolano e Napoli, erede della tradizione millenaria della lavorazione del corallo; una gioielleria di nicchia cui sono stati imposti limiti rigorosi per proteggere le colonie marine e aiutarle a riprendersi da decenni di sfruttamento. Dagli anni 80 in poi i fondali sono stati definitivamente spogliati grazie, si fa per dire, anche ai robot capaci di immergersi a maggiori profondità. Nel 1978 il raccolto aveva raggiunte i 100milioni di tonnellate. Tonnellate scese a nove nel 2018 grazie ai trattati internazionali e causa il riscaldamento del mare e l’aumentata acidità delle acque. Ma i gioiellieri napoletano sono ottimisti: alla fine, al contrario dei diamanti, il corallo è una risorsa che si rinnova.

https://www.nytimes.com/2021/11/22/fashion/jewelry-red-coral-torre-del-greco-italy.html

Nuovi limiti ai contanti in arrivo in Italia. Dal primo gennaio 2022, scrive l’agenzia di stampa serba Tanjug, tutti gli importi superiori ai mille euro dovranno essere pagati con valuta tracciabile e le multe per i trasgressori andranno da un minimo di 2mila euro a un massimo di 50mila.

https://fosmedia.me/svijet/globus/nema-placanja-u-kesu-iznad-hiljadu-eura-u-italiji

Dalla Germania, per chiudere, con Focus che si butta su Gina Lollobrigida e la disputa indefinita sulla gestione del suo patrimonio. L’Italiana che negli anni 50 e 60 era considerata la donna più bella del mondo – scrive la rivista tedesca – oggi non può disporre dei suoi beni, vittima della guerra tra il figlio e il giovane agente. Domenica era dalla Venier che si è inginocchiata ai suoi piedi assieme al suo nuovo difensore che è – e questo è la vera notizia forse sfuggita ai tedeschi – Antonio Ingroia, un tempo magistrato antimafia in carriera e un tempo – un altro – leader del fallimentare movimento di sinistra Rivoluzione Civile.

“Vogliono i miei soldi, non possono derubarmi”: Gina Lollobrigida sceglie Ingroia come avvocato. Chi è?