Ristretto Italiano – 23 settembre 2021

Ristretto Italiano – 23 settembre 2021

Sassoli lascia l’ospedale di Strasburgo per una convalescenza in Italia; Lo sfogo del Papa: ci sono preti che dicono cose cattive su di me; Lockdown: un’inchiesta belga rivela che i contatti con gli anziani non sono diminuiti.

Dimesso dall’ospedale Civile di Strasburgo, dove era stato ricoverato per una polmonite, il Presidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, continuerà la sua guarigione in Italia. La notizia è stata pubblicata ieri da Swiss Info come dalla maggiore parte delle testate europee. 65 anni, italiano, Sassoli ha ringraziato su Twitter l’equipe medica che lo ha seguito in questi giorni. Già mercoledì scorso Sassoli non aveva presenziato all’Assemblea Plenaria sullo Stato dell’Unione cui era presente la presidente della Commissione Von Der Leyen.

https://www.ilgiorno.it/cronaca/david-sassoli-polmonite-1.6823769

Ci sono preti che dicono cose cattive su di me. Lo sfogo del Papa, che durante la recente visita a Bratislava ha amaramente commentato le voci circolate sulla gravità della sua salute dopo l’intervento di luglio, è arrivato sul canale coreano SBS News. Interrogato sulle sue condizioni da un sacerdote slovacco, Papa Francesco ha risposto Sono ancora vivo e alcuni mi avrebbero preferito morto; e ha aggiunto So che c’è stata una riunione di alto clero (vescovi e cardinali) per preparare un imminente conclave. Ma, per grazia del Signore, io sto bene”.

https://news.sbs.co.kr/news/endPage.do?news_id=N1006472516

Nonostante tutti i timori, durante il lockdown gli anziani hanno visto o sentito i loro figli adulti come d’abitudine o addirittura più spesso. Nessun isolamento affettivo da coronavirus; e gli italiani sono fra i primi in questa classifica europea condotta dall’Università di Anversa, in Belgio. Una serie di 25mila telefonate condotta nei ventisette Paesi dell’Unione ha rivelato che, a fronte di uno corteggiamento dei contatti fisici,  sono aumentati quelli telefonici o tramite videochiamata digitale e, nonostante il pericolo di contagio, i nonni hanno aumentato la loro disponibilità a tenersi in casa i nipoti durante la chiusura delle scuole. I ricercatori sospettano che anche la riduzione dell’accesso ai servizi di assistenza pubblica e domiciliare abbiano incoraggiato una maggiore intensità dei rapporti figli-genitori anziani. 

https://www.nieuwsblad.be/cnt/dmf20210922_93235738

Che fare con tutti quei palazzi fascisti e quegli archi di trionfo che in Italia esaltano Benito Mussolini? Se lo chiede la testata olandese di giornalismo investigativo NRC. Se in Germania i classici monumenti nazisti furono spogliati, dopo la caduta di Hitler, di svastiche e altri attributi del terzo Reich, in Italia gli edifici governativi e le opere d’arte in spazi pubblici sono per lo più ancora intatte. Come l’obelisco recante la scritta Due al Foro Italico a Roma, come i fasci che appaiono sulla maggior parte di ex case del fascio presenti in quasi tutti i capoluoghi di provincia. Facessero almeno come a Bolzano – scrive l’articolo olandese – dove l’ingresso degli uffici finanziari, un tempo casa del fascio, è ancora sovrastato da un lungo bassorilievo evocante il trionfo del fascismo. Un narrazione che fa dalla fine della prima guerra mondiale con la nascita del partito fascista, alle guerre coloniali e che porta al centro un Mussolini a cavallo sovrastante la celebre frase Credere, obbedire, combattere. Ebbene, il bassorilievo è ancora ma il motto fascista è stato sostituito dalla celebre frase della filosofa Anna Harendt: Nessuno ha il diritto di obbedire.

https://www.nrc.nl/nieuws/2021/09/22/wat-te-doen-met-al-die-fascistische-gebouwen-en-triomfbogen-van-benito-mussolini-a4059235

Como es y donde queda el pueblito mas lindo de Italia? Com’è e dove sta il panino più bello d’Italia. Ognuno dice la sua e ognuno ha ragione, l’importante è che ne parli.  Per la rete tv argentina Cadena 3, che cita l’iniziativa RAI Borgo dei Borghi, si tratta di Tropea. Distese di sabbia bianca, acqua cristallina, altra sua attrazione è il Santuario di Santa Maria dell’Isola. Il centro storico è un intrecciarsi di strade tortuose e acciottolate, poi ci sono i punti panoramici da vertigini come la piazza del cannone o l’affaccio del corso. 

https://descubri.cadena3.com/noticia.asp?categoria=mundo&titulo=como-es-y-donde-queda-el-pueblito-mas-lindo-de-italia&id=305249

 

Tags: