Ristretto Italiano – 24 ottobre 2021

Ristretto Italiano – 24 ottobre 2021

Processo Open Arms: Salvini in aula alla prima udienza. Intanto sono dimezzati i permessi d’asilo. Bandiere nere e crocifissi: gli inediti accoppiamenti nella politica italiana. Abortire in Italia: una corsa a ostacoli.

Prima udienza ieri a Catania al processo che vede imputato Matteo Salvini per aver rifiutato per giorni lo sbarco di migranti, nel 2019 quando era Ministro dell’Interno, a una nave di salvataggio spagnola ancorata al largo del porto etneo. Ne scrive, dal Texas, Beaumont Enterprise che sottolinea come questo sia il primo processo a essere approdato in aula per l’attività del leghista che fu responsabile del Viminale per quindici mesi, tra il 2018 e il 19. A testimoniare sarà chiamato anche Richard Gere che all’epoca visitò i migranti sulla Open Arms. “E’ surreale subire un processo perché ha fatto il mio lavoro – ha detto Salvini, ieri presente in aula, sorvolando sul fatto che la legge esiste anche per i ministri.

https://www.beaumontenterprise.com/news/article/Trial-opens-against-Italy-s-Salvini-for-blocked-16556688.php

Intanto dall’Egitto la testata in lingua araba YouM7 scrive che in Italia, nel 2020, i permessi d’asilo sono diminuiti del 51,1 per cento con un totale di poco più di 13mila profughi accettati. Il calo ha riguardato un po’ tutti i Paesi d’origine dei richiedenti asilo ma è addirittura salito all’80 per cento per quanto riguarda gli arrivi dall’Ucraina e dall’India. Se, trattandosi di un anno come il 20, il dato riguardanti i permessi per motivi di lavoro erano più che prevedibili, sono calati anche i ricongiungimenti familiari. 

https://www.youm7.com/story/2021/10/23/%D8%A5%D9%8A%D8%B7%D8%A7%D9%84%D9%8A%D8%A7-%D8%AA%D8%B9%D9%84%D9%86-%D8%A7%D9%86%D8%AE%D9%81%D8%A7%D8%B6-%D8%AA%D8%B5%D8%A7%D8%B1%D9%8A%D8%AD-%D8%A7%D9%84%D8%A5%D9%82%D8%A7%D9%85%D8%A9-%D9%84%D9%84%D8%AC%D9%88%D8%A1-%D8%A8%D9%86%D8%B3%D8%A8%D8%A9-51-1-%D8%AE%D9%84%D8%A7%D9%84/5505123

Bandiere nere e crocifissi: le proteste contro il green pass formano, in Italia, nuove coppie di fatto. Il titolo è della versione europea dell’americano Politico, praticamente un editoriale sulle proteste di piazza delle ultime settimane. La politica, si sa – scrive la testata – mette facilmente insieme strani compagni di letto e le proteste contro l’obbligo vaccinale per lavorare hanno formato un’alleanza disparata che si estende da anarchici e sindacalisti a neofascisti e gruppi cattolici ultraconservatori. Uno spettacolo insolito – commenta la testata – nell’iperpartigiana politica italiana dove talvolta si incontrano le estremità del ferro da cavallo.

https://www.politico.eu/article/italy-vaccine-passport-protest-neo-fascists-green-pass/

Ecco il percorso a ostacoli delle donne italiane che intendono abortire. L’articolo è del canale francese di MSN che spiega come da noi sette medici su dieci rifiutino di praticare l’interruzione di gravidanza. Una donna romana di 37 anni racconta ciò che le accadde due anni fa, quando decise di di ricorrere all’aborto per una grave deformità del feto. Prima i tentativi di dissuasione da parte delle assistenti sociali, poi il medico che le consiglia Londra per fare prima, poi finalmente l’accesso a un ospedale romano dove c’era un solo medico non obiettore ma… obiettore era l’anestesista così lei partorì naturalmente e senza epidurale. E un’altra donna, un medico non obiettore, racconta di quella volta in cui una paziente dovette aspettare un giorno, che arrivasse lei, perché dopo un’emorragia seguita a un tentativo di aborto chimico, nessun medico la aiutò a portare a termine l’interruzione.

https://www.msn.com/fr-fr/actualite/other/en-italie-le-parcours-du-combattant-des-femmes-pour-l-acc%C3%A8s-%C3%A0-l-avortement/ar-AAPR9SG

Incredulità dei poliziotti del commissariato di Mondello quando, ritrovando una carta di credito, hanno visto il nome Harrison Ford. La notizia è riportata dal quotidiano turco Daily Sabah che subito precisa come la star di Indiana John sia in queste settimane a Palermo per alcune scene del suo ultimo film. Tutto bene quel che finisce bene e, in questo caso, con un selfie di gruppo in Commissariato.

https://palermo.gds.it/articoli/cronaca/2021/10/22/harrison-ford-smarrisce-la-carta-di-credito-a-mondello-ma-un-cittadino-la-trova-e-la-consegna-alla-polizia-58527c20-da4f-42f9-a174-4901eaee0bdb/