Ristretto Italiano – 27 marzo 2022

Ristretto Italiano – 27 marzo 2022

Sconfitta azzurra: ora tutti a spiegarci il perché e il percome la Macedonia ci ha battuti. Storia di Giulia, l’allieva pilota espulsa dall’Aeronautica Militare, che oggi combatte con i legionari in Ucraina. Pane della Pace a Parabiago: ne scrivono anche a Chicago.

Che l’anno d’oro per l’Italia, quel 2021 che ci ha regalato soddisfazioni di ogni tipo, sia chiuso per sempre? La sconfitta calcistica di Palermo non è un buon segnale e pare avere dato la stura, a quella stampa internazionale che fino a ieri ci osannava a denti stretti, per cominciare a sfogarsi un poco.

Perché la vittoria italiana agli europei dello scorso anno aveva coperto le crepe degli azzurri? Una spiegazione la azzarda dal Pradesh, l’Indian Express. E’ ironico, scrive il quotidiano, che una squadra che ha saputo restaurare l’orgoglio del calcio italiano, giocando agli europei in un modo espansivo e offensivo non comunemente loro associato, non sia riuscita a qualificarsi ai mondiali. Con il senno di poi – continuano gli indiani – la partita di giovedì contro la Macedonia del Nord è stata la continuazione di una serie di prestazioni al di sotto della media che l’aveva portata sul campo scivoloso dei play off. 27 tiri in posta contro i quattro della Bulgaria e si è trovata uno a uno. Rigore sbagliato in entrambe le partite con la svizzera che li ha portati a perdere due punti e ancora pareggio contro l’Irlanda del Nord. L’esito finale di Palermo, quindi, non sorprende.

https://indianexpress.com/article/sports/football/why-italys-euro-win-had-papered-over-the-cracks-7836669/

E da Londra il Mail on Line ci segnala che la madre di Roberto Mancini ritiene che il figlio abbia fatto un errore a non inserire nella sua rosa Mario Balotelli. Le cose – ha detto la signora Mancini – sarebbero potute andare diversamente.

https://www.dailymail.co.uk/sport/football/article-10652857/Roberto-Mancinis-mum-thinks-Mario-Balotelli-played-Italy-against-North-Macedonia.html

Occhi del governo greco puntati sul nostro Paese per il gas che potremo vendergli nei prossimi mesi invernali. Come scrive da Atene Eleftherostipos, la Grecia, che non possiede depositi di stoccaggio sul proprio territorio, potrà rifornirsi solo da Italia e Bulgaria. E Roma si sta impegnando a riempire i nostri serbatoi, nei prossimi mesi, fino al 90 per cento della capienza utile. E secondo i recenti accordi – scrive ancora la testata Greca, ogni paesi dell’Unione con disponibilità di stoccaggio si impegna a fornire il 15 per cento a chi ne è senza.

https://eleftherostypos.gr/politiki/926005-apothikeysi-fysikoy-aerioy-stin-italia-exetazei-i-kybernisi/

E sempre l’inglese Mail on Line racconta la storia di Giulia Schiff, l’ex allieva dell’aeronautica Militare espulsa due anni fa dalle nostre Forze Armate dopo avere denunciato anni di nonnino. Ora la ragazza, che ha 23 anni e è originaria di Venezia, si è arruolata, unica donna della sua missione, nelle Forze Speciali della Legione Internazionale in Ucraina per combattere contro l’esercito russo. Dall’inizio dell’invasione si trova in una località non precisata nei pressi di Kiev. Oltre a combattere sta filmando dall’alto tutte le operazioni per realizzare un minidocumentario da girare alle Iene. Secondo altre fonti la ragazza non può essere considerata mercenaria e pertanto punita dalla legge italiana.

https://www.dailymail.co.uk/news/article-10647615/Italian-fighter-pilot-kicked-countrys-air-force-joins-Ukrainian-resistance.html

La notizia che a Parabiago, piccolo comune dell’hinterland milanese, c’è un fornaio che fa il pane della pace è arrivata fino a Chicago dove il locale Sun Times da ampio spazio all’iniziativa di Matteo Cunsolo. Il pane della pace è un pane in cassetta per metà giallo e per metà blu – i colori dell’Ucraina – sul quale è stampigliata la parola Peace. La panetteria ne vende circa 20 kg al giorno e il ricavato – già duemila euro in pochi girano – va in un fondo di beneficenza per i rifugiati. Credo che ognuno debba aiutare il prossimo per le possibilità che ha – ha detto il giovane artigiano che offre un pacchetto di biscotti a ogni nuovo rifugiato che arriva in paese.

https://chicago.suntimes.com/taste/2022/3/25/22994367/italy-baker-peace-bread-sweets-for-ukraine-refugees

Il sito di informazione turistico-gastronomica giapponese Futabanet riserva ai suoi lettori la magia di una gita a Termoli, una delle più benne località sul versante italiano dell’Adriatico tra le meno conosciute. Termoli, c’è da dire, è un nome che i giapponesi già conoscevano per la fama internazionale recentemente avuta dalla costruzione di un albergo diffuso, ovvero un un residence piuttosto esclusivo che, al posto delle stanze ha piccoli appartamenti distribuiti nelle case storiche del centro. E per riassumere ciò che il cronista viaggiatore dagli occhi a mandorla ha maggiormente apprezzato posso dirvi il Borgo Antico, la passeggiata a mare in una tiepida giornata di sole che più che a marzo faceva pensare a maggio e un sontuoso piatto di fusilli alla pescatrice piatto unico del quale ha sicuramente apprezzato la freschezza della carne bianca del pesce, e un poco meno la veloce cottura della pasta. Avevate dubbi?

https://futabanet.jp/tabilista/articles/-/85152?page=1