Ristretto Italiano – 28 agosto 2021

Ristretto Italiano – 28 agosto 2021

Dimissioni per il parco Mussolini: ora di Durigon si parla anche all’estero; Draghi: le donne afghane non possono diventare cittadine di serie B; Emergenza clima: il ghiacciaio dell’Adamello più sottile di 12 metri; Il nuovo trend italiano del turismo per sepolture.

Si è dimesso il sottosegretario che voleva reintitolare un parco di Latina, la sua città, al fratello di Mussolini. Questo in sintesi il contenuto del servizio che la radiotelevisione Irlandese, RTE, dedica all’abbandono di Claudio Durigon. Il parco, in effetti, era stato per decenni intitolato a Arnaldo Mussolini, giornalista, agrario e confidente del fratello Benito; nel 2017 è stato però intitolato a due eroici giudici dell’antimafia Falcone e Borsellino. Deputato dal 18, Durigon ha cominciato questa battaglia anche durante i comizi a fianco di Matteo Salvini; secondo la testata Irlandese una provocazione per marcare il territorio. Salvini, dopo timidi tentativi di difesa, lo ha lasciato al suo destino precisando però che Durino rimarrà nella Lega. La Lega – commenta in chiusura l’articolo, fa a gara con Fratelli d’Italia per il primo posto nei sondaggi.

https://www.rte.ie/news/world/2021/0827/1243170-italian-minister-quits-over-mussolini-park-plan/

L’Italia chiede al G20 di fare tutto il possibile per difendere la libertà delle donne afghane. Il titolo è della Tercera, una delle più importanti testate cilene. Parlando alla conferenza sull’emancipazione femminile a Santa Margherita Ligure, Draghi ha ricordato che dobbiamo evitare che le donne afgane ritornino a essere cittadine di serie B; prima del 2001 a loro non era permesso lavorare, studiare dopo gli otto anni d’età, potevano uscire in strada solo sotto il burca e solo se accompagnate da un uomo di famiglia. E, sottolinea il quotidiano di Santiago, nonostante i talebani abbiano detto che questa volta saranno moderati, intanto hanno chiesto alle donne lavoratrici di stare a casa per non rischiare tra i combattimenti.

https://www.latercera.com/mundo/noticia/italia-pide-al-g20-que-haga-todo-lo-posible-por-defender-la-libertad-de-las-mujeres-afganas/PYYDQXAUKZANXFHCJIGCUJ44QQ/

Lo spessore del ghiacciaio dell’Adamello negli ultimi anni si è ridotto di 12 metri. Ne parlano anche in Romania, trovo la notizia sulla rete rumena all news digi24. Secondo le informazioni di Legambiente, da una superficie di 19 kmq nel 1957 si è ridotto a poco più di 17 e, soprattutto, si è fortemente assottigliato. L’Adamello è un’enorme riserva d’acqua per l’irrigazione delle pianure sottostanti e ora anche le valli dei dintorni, che beneficiano fortemente del turismo invernale, dovranno trovare nuove fonti di reddito.E il vicino Presena continua a sparire nonostante la costosa coperta termica.

https://www.digi24.ro/stiri/sci-tech/natura-si-mediu/grosimea-celui-mai-mare-ghetar-din-italia-adamello-s-a-redus-cu-12-metri-in-ultimii-ani-din-cauza-schimbarilor-climatice-1646575

Il magazine americano di viaggi Fodor’s dedica un singolare servizio al nuovo trend italiano del turismo per sepolture e cimiteri. Il titolo è “C’è una nuova tendenza in Italia. Ed è un po’ inquietante”. Li hanno trasformati in ristoranti, bar e hotel, scrive la giornalista che elenca una lunga serie di opportunità. Dalle Case Degli Avi di Modica, nella Sicilia più profonda, dove le stanze sono ricavate nelle grotte collegate, l’una all’altra, da passaggi e corridoi interni. Poi l’Osteria dell’Elefante, vicino a Cerveteri, dove i tavoli sono sistemati lungo il labirinto delle gallerie arredate con reperti delle tombe etrusche. Molto cimiteriale-chic anche la Tenuta di Pietra Porzia, a Frascati, dove si sorseggiano calici circondati da sarcofagi romani e nel vigneto costruito sopra una necropoli dove furono sepolti centinaia di soldati romani dopo un bagno di sangue. Ve ne ho elencati solo alcuni; se volete saperne di più vi linko l’articolo di Silvia Marchetti sulle pagina FB della nostra Community e su quella di Ristretto Italiano.

https://www.fodors.com/world/europe/italy/experiences/news/theres-a-new-trend-in-italy-and-its-a-little-creepy

Abbiamo vinto a calcio sull’Inghilterra e gli sconfitti per un po’ ci hanno tenuto il muso. Ci può stare. Ma che adesso faccia il piagnisteo anche la seconda classificata all’Eurovision, dopo i Maneskin, un poco mi fa ridere. E invece la rivista francese Voici cita un’intervista alla sconfitta, diciamo, Barbara Pravi che afferma di essere boicottata in Italia. Nessuno, qui, l’ha ancora invitata per un solo concerto, il suo disco in uscita non verrà pubblicato in Italia e ora si chiede se verrà mai invitata all’edizione del 22 che faremo noi. Il sospetto che più che essere bocciata, qui nessuno la veda nemmeno non la sfiora proprio…

https://www.voici.fr/news-people/actu-people/barbara-pravi-boycottee-en-italie-depuis-son-passage-a-leurovision-711174

 

Tags: