Ristretto Italiano – 3 aprile 2022

Ristretto Italiano – 3 aprile 2022

Fiat. Mirafiori non muore. Sarà il nuovo polo italiano della mobilità sostenibile. Pagare il gas in rubli, che cosa cambierà? Secondo Reuters proprio niente. Intanto ponti d’oro da Algeri che ha rotto con la Spagna. Case a un euro: gli acquirenti le rivendono. 

Mirafiori diventa il polo italiano della mobilità sostenibile e dell’economia circolare. E’ il sito belga Business AM ad anticipare che la Fiat continuerà a costruire la sua nuova Fiat 500 elettrica nel suo paese d’origine, in Italia e la conferma è giunta dalla Stellantis, la casa madre. Di più. Il Ceo di Stellantis, Carlos Tavares, ha anche detto che nessuna sede chiuderà più in Italia e che la dimora storica di Mirafiori, a Torino, diventerà il fulcro di un nuovo complesso tecnologico. La nuova 500 elettrica dovrebbe essere pronta fra cinque anni e sono in corso iniziative con le autorità locali per rendere nuovamente redditizio il sito piemontese. A Torino, inoltre, è previsto il centro di competenza tecnica internazionale per l’elettrificazione e quindi centrale nelle strategie di Stellantis.

https://businessam.be/mirafiori-moet-italiaans-centrum-van-duurzame-mobiliteit-en-circulaire-economie-worden/

Futuro di energia e riscaldamento: che cosa succederà ora che Putin esige i pagamenti di gas in rubli? Ce lo siamo chiesti in tanti, non solo in Italia, e una risposta, almeno per quanto riguarda noi, la fornisce Reuters da Londra che rassicura: se le cose si limitano alla richiesta dell’apertura di un conto alla Gazprombank per convertire i pagamenti in rubli problemi non ce ne sono, non si viola alcuna sanzione. Paghiamo in euro e Putin può mostrare che abbiamo pagato in rubli. Complicazioni potrebbero subentrare solo se arrivassero altre novità. I contratti di Eni con Gasprom sono a lungo termine, la maggior parte con scadenza al 2035. E’ stata inoltre smentita la notizia circolata venerdì che Roma starebbe per passare allo stato di allerta 2.

https://www.reuters.com/business/energy/russia-gas-payment-decree-does-not-change-much-italy-minister-2022-04-01/

E  se barcollano i rapporti con Mosca l’Algeria ci fa ponti d’oro. E’ sullo spagnolo ABC che trovo un’approfondita analisi sui mutamenti di scenario tra le due sponde del Mediterraneo dopo che il governo spagnolo di Pedro Sanchez ha abbandonato la storica neutralità sulla questione del Sahara Occidentale prendendo posizione a favore del Marocco e contro il Fronte Polisario sostenuto dall’Algeria. Algeria che quindi ha detto: sapete che c’è? Roma diventa il nostro cliente privilegiato per le forniture di gas e idrocarburi. Ecco quindi spiegata la quattro giorni di una folta delegazione algerina a Roma la settimana scorsa e il nuovo rafforzamento dei rapporti commerciali. L’Italia, ricorda il servizio di ABC è il terzo partner commerciale dell’Algeria (primo cliente e terzo fornitore. E se la miglior diplomazia del mondo è quello Vaticana, l’altra parte di Roma non è da meno.

https://www.abc.es/internacional/abci-argelia-prioridad-italia-tras-giro-espana-sahara-occidental-202203312114_noticia.html

Marcia indietro per Danny Mc Cubbin, lo chef britannico che aveva comprato a Mussomeli una delle famose cause a un euro dove pensava di trasferirsi. Ha gettato la spugna dopo avere cercato inutilmente, per un anno, un’impresa che restaurasse l’edificio; sono tutte impegnate nelle ristrutturazioni col bonus al 110 per cento. INews, da Londra, ci spiega quindi che il celebre cuoco ha incaricato l’agenzia di rivendere la casa a un euro e ne ha acquistata un’altra a 8mila che però aveva bisogno solo di piccoli lavoretti che gli sono stati eseguiti in una settimana per 5mila euro. L’articolo racconta ancora che, accanto al mercato delle case a un euro, che funziona soprattutto da richiamo, ce ne è un altro a prezzi comunque vantaggiosissimi che offre immobili praticamente già abitabili.

https://inews.co.uk/news/world/1-euro-house-italy-danny-mccubbin-sicily-homes-property-1553318

Su Taste of home, dagli Stati Uniti, la ricetta della Torta Pasqualina, originaria di Genova, come spiega l’articolo anche se ogni regione d’Italia ha la sua torta salata ripiena di Pasqua. Tornando a noi: pasta sfoglia con cui foderare lo stampo fino in alto, sui bordi, per poi poterla ricoprire. Per il ripieno spinaci tritati cotti e pressati, ricotta di cava, tanto parmigiano, tre uova sbattute, olio, sale, pepe e tre uova sode. Impastare il tutto, infilare le uova sode, ricoprire e infornare, senza avere dimenticato di praticate dei tagli sulla parte superiore per lo sfiato. Cottura un’ora circa.

How to Make Torta Pasqualina (Italian Easter Pie)

In conclusione. C’ero cascato anch’io, come un pesce. La notizia che gli Azzurri potrebbero essere ripescati ai mondiali, dopo l’eventuale esclusione dell’Iran, pare fosse proprio un azzeccassimo pesce al quale hanno creduto in tanti. Dalla mia ho, però, che di calcio non ci capisco veramente un’acca.