Ristretto Italiano – 3 maggio 2021

Ristretto Italiano – 3 maggio 2021

Recovery Plan, siamo nella metà che ha consegnato in tempo; un piano che delude gli ambientalisti; prende il Covid, guarisce e il cancro sparisce; Dante spopola in Germania.

Buongiorno a tutti voi. Sul caso Fedez, nonostante la popolarità internazionale del personaggio, io non ho trovato nulla. Diciamo che è una polemica molto circoscritta.

Tutti parlano, piuttosto, del Recovery Plan e del fatto che noi siamo tra i tredici Paesi che hanno consegnato in tempo. E fa piacere smentire nei fatti ciò che più di una testata scrisse nelle scorse settimane.

Recovery Plan che comunque delude gli ambientalisti. La protesta delle associazioni è arrivata fino a Cuba, da dove Prensa Latina riferisce che l’obiettivo di ridurre entro il 2030 le emissioni serra del 51 per cento è nettamente inferiore al 55 per cento dell’Europa quando, invece, si potrebbe addirittura puntare a un 65 per cento se si investisse maggiormente in energie rinnovabili.

Il Covid avrebbe guarito un italiano di 61 anni dal linfoma follicolare, un tumore del sangue praticamente incurabile. La notizia è riportata dalla rivista statunitense Slate e fa riferimento a un caso reso noto dalla clinica Humanitas di Milano.// Sottoposto a un ciclo di chemio tra il 19 e il 20, il paziente è stato monitorato nei mesi successivi e il tumore cresceva. // Solo dopo aver preso il Covid il cancro sarebbe andato in remissione completa, circostanza confermata dai successivi follow up. // Così come alcuni virus portano al cancro – ipotizzano i ricercatori – altri sono in grado di sconfiggerlo. Per gli approfondimenti ho pubblicato l’articolo integrale sulla pagina FB della Community.

La tortora europea, quella celebrata nel Cantico dei Cantici, è in grave pericolo da che il governo italiano ha concesso ai cacciatori di prelevarne fino a sette milioni e mezzo di esemplari. La stagione sarà aperta dall’1 al 21 settembre. L’allarme proviene da Israele dove la caccia a questa specie è totalmente proibita dallo scorso anno. Secondo le stime citate da Israeli News in Europa ci sono non più di 13 milioni di esemplari. Il Ministero della Transizione Ecologica aveva chiesto una moratoria di quattro anni.

Il maggiore quotidiano tedesco – la Frankfurter allgemeine Zeitung – dedica una serie di note a Dante Alighieri fino al 14 settembre, sua data di morte. Saranno pubblicate e spiegare una scelta di terzine per fare in modo che si torni a leggere il grande Italiano, che in passato aveva già suscitato ondate di vera e propria mania. // Questa notizia l’ho saccheggiata dalla pagina FB dell’inviata della Rai a Berlino Barbara Gruden, la quale si chiede anche se questa iniziativa susciterà lo stesso interesse dell’articolo, critico e forse scriteriato, pubblicato da un giornale tedesco che ormai nessuno legge in Germania.