Ristretto Italiano – 30 maggio 2022

Ristretto Italiano – 30 maggio 2022

 

Ucraina: siamo i soli, con Ungheria e Cipro, a chiedere un cessate il fuoco immediato. Bonus giovani per acquisto prima casa: secondo una rivista spagnola un concreto successo di Draghi. Pompei: uno scrigno di informazioni da ricostruire poco a poco.

Ucraina, a Bruxelles le crepe si allargano mentre Italia, Cipro e Ungheria chiedono una tregua. E’ il Budapest Business Journal a sottolineare, come in vista del vertice di oggi e domani, durante i lavori di preparazione l’Italia si sia scostata dalla risoluzione generale di proseguire il conflitto in nome dell’autodifesa contro l’aggressione russa. Una linea dura messa in discussione dall’ambasciatore di Roma il quale, a nome del nostro Paese ha chiesto che all’ordine del giorno venisse posto un cessate il fuoco immediato che possa aprire a dei veri colloqui di pace. E solo Ungheria e Cipro si sarebbero unite a noi; Unghieria in opposizione, prima di tutto, a un embargo petrolifero pianificato e Cipro riguardo il divieto di vendita di proprietà a cittadini russi.

https://bbj.hu/politics/foreign-affairs/ukraine-crisis/ukraine-crisis-eu-cracks-widen-as-italy-cyprus-hungary-urge-truce

Il sito dei mototiclisti americani Ride Apart dedica un approfondimento alle temute limitazioni della libertà di chi fa fuoristrada così come previsto dalle recenti modifiche al codice della strada italiano. Causa un’esposizione fumosa sembrava che l’attraversamento di campi e foreste fosse proibito ad ogni mezzo su due e quattro ruote. Ma successivi chiarimenti richiesti al governo hanno permesso di definire che la legge del dicembre 2021 non avrà alcuna ripercussione sul passaggio per le strade forestali ne sull’organizzazione di attività sportive e ricreative nelle aree forestali. Un chiarimento a livello di governo centrale; restano tuttavia le disposizioni che ogni singola regione potrà adottare.

https://www.rideapart.com/news/588607/italy-offroad-riding-not-banned/

Gli immigrati marocchini si lamentano perché da un po’ di tempo l’Italia ha smesso di convertire le loro patenti di guida, ottenute in Marocco, con patenti italiani. Lo scrive il locale Espresso affermando che ciò dovrebbe essere dovuto alle patenti biometriche subentrate in Marocco dal 2020. C’è però un’altra versione, più pratica, sostenuta tra l’altro dal portavoce cella comunità marocchina in Italia, Bouchra al Amiri, il quale afferma che lo stop è dovuto all’alto numero di incidenti stradali provocati proprio da marocchini; percentualmente più alti degli altri. Altro che patenti biometriche. Oltretutto la decisione sarebbe a discrezione delle singole prefetture e non a carattere nazionale. Prendetevela – continua ancora il portavoce marocchino – prendetevela con chi in Marocco paga le tangenti per avere la patente.

https://www.hespress.com/%D9%87%D9%84-%D9%8A%D8%AD%D8%B1%D9%85-%D8%A7%D9%84%D8%AA%D9%87%D9%88%D8%B1-%D9%81%D9%8A-%D8%A7%D9%84%D8%B7%D8%B1%D9%8A%D9%82-%D9%85%D8%BA%D8%A7%D8%B1%D8%A8%D8%A9-%D8%A5%D9%8A%D8%B7%D8%A7%D9%84-991636.html

La redazione spagnola del sito di notizie non governativo The Objective dedica un servizio ai bonus per l’acquisto della prima casa riservato, dal governo italiano, ai giovani sotto i 36 anni. E’ una possibilità in campo già da un anno e che terminerà alla fine del 2022. Praticamente, grazie allo stanziamento da parte del governo Draghi di 500 miliardi di euro, chi avrà accesso al bonus, oltre che su una serie di sgravi fiscali, potrà contare su una garanzia statale sull’85 per cento della somma ottenuta, circostanza che abbassa gli interessi fino all’1,5 per cento. Uniche due condizioni richieste al contraente sono uno stipendio non superiore ai 40mila euro l’anno e un immobile di valore non superiore ai 250mila euro. Misura che permette a chi lo contrae un esborso mensile inferiore a una rata d’affitto. Ma c’è un però: è riservato a chi ha un posto di lavoro a tempo indeternimato e questo esclude un 30 per cento almeno dei potenziali aventi diritto.

https://theobjective.com/sociedad/2022-05-29/bonus-italianos-mario-draghi/

Pompei non cessa di regalarci nuove informazione. Come conferma infatti un servizio televisivo di BBC Mundo, i celebri corpi rannicchiati ritrovati nella stanza di una casa già nel 1933, sono ora degli autentici scrigni genetici. Il loro stato di conservazione è talmente perfetto che, con le nuove tecniche, è stato possibile sequenziarne il DNA e avere importantissime informazioni genetiche. Per esempio, se fino ad ora, dalla posizione dei corpi, si era dedotto che le due persone non avessero nemmeno provato a scappare, probabilmente causa una infermità, ora scopria che uno dei due era affetto da una forma di tubercolosi grave. Tutti questi corpi, conclude l’articolo, sono dei testimoni silenzioni di una delle più gravi catastrofi al mondo tra quelle conosciute.

https://www.bbc.com/mundo/noticias-61601932