Ristretto Italiano – 31 marzo 2021

Ristretto Italiano – 31 marzo 2021

AstraZeneca per Draghi; la protesta degli albergatori; Italia appoggia la Bosnia in UE; le giravolte di Salvini; transatlantici in Laguna

 

Draghi e signora vaccinati con Astra Zeneca ieri mattina alla Stazioni Termini, come gran parte dei loro coetanei romani. Nessuna corsia preferenziale. Ne parlano in Grecia su Capital.

E sempre dalla Grecia, la testata economica Euro2Day titola: L’Italia blocca il turismo in patria e lascia che gli italiani vadano all’estero. Un’accusa, quella del presidente degli albergatori Bernabò Bocca che ha grande eco all’estero. A Pasqua l’85% degli alberghi saranno chiusi causa zona rossa con il risultato che gli stranieri non entrano e gli italiani sono bloccati a casa. Italiani che però, senza uscire dalla loro regione, possono recarsi in aeroporto e volare in qualsiasi Paese li faccia entrare.

L’Italia appoggia l’ingresso in Europa della Bosnia Erzegovina. Lo ha detto ieri durante il suo viaggio a Sarajevo il ministro Di Maio e la notizia è riportata dalla televisione nazionale Serba RTRS. I leader hanno parlato anche di gestione dei migranti e del rapporto condominiale – diciamo così – sul mare adriatico.

Un’altra giravolta per Salvini che, dopo due anni, ha mollato gli alleati spagnoli di Vox – neofranchisti di ultradestra – affermando che lui è per i diritti e le libertà. Lo riporta da Madrid Yahoo notizie facendo però notare che ultimamente Vox ha stretto ulteriormente i rapporti con Giorgia Meloni.

Notizia che si incastra perfettamente con quella diffusa da Reuters circa l’incontro di domani con i premier ungherese e polacco per costruire una nuova alleanza europea.

Basta navi da crociera nel centro di Venezia. Questa volta la decisione del governo pare definitiva e dalla Spagna ne parla El Preferente. Dico ‘pare’ in quanto, come spiega la rivista, l’alternativa dell’approdo a Porto Marghera comunque non soddisfa e si attendono alternative praticabili.