Ristretto Italiano – 5 dicembre 2021

Ristretto Italiano – 5 dicembre 2021

Bambini e quarta dose: l’Italia si conferma Paese apripista. Eitan è tornato: la motivazione dei giudici israeliani. La transizione ecologica viaggia per mare: per la costa un nuovo transatlantico a emissione zero.

Su Covid e vaccini ci tocca sempre il ruolo di apripista. Adesso il mondo ci guarda per la decisione di cominciare a vaccinare i bambini tra i cinque e i dodici anni. Prendo la notizia dal bollettino portoghese evacinas che spiega come siano in fase di allestimenti i mini centri dedicati e si comincerà il 15 dicembre. Ai bambini verrà data un terzo della dose degli adulti in due somministrazioni distanziate di tre settimane. Nel mini centri saranno presenti anche pediatri e, per affiancare i sanitari, clown e animatori. Sebbene il Covid coi bambini sia meno pericoloso, l’articolo sottolinea come in alcuni casi ci possano essere conseguenze gravi.

https://evacinas.pt/noticias/italia-vai-comecar-a-vacinar-criancas-a-partir-dos-cinco-anos-ja-este-mes/

E dal Brasile la rete televisiva Universo annuncia che l’arrivo della quarta dose per gli italiani sia una possibilità più che concreta e che, al momento, non ci sarebbero gli estremi per l’introduzione dell’obbligo del primo ciclo di vaccino e richiamo per tutti.

https://noticias.uol.com.br/ultimas-noticias/ansa/2021/12/03/italia-ja-fala-em-possivel-4-dose-de-vacina-anti-covid.htm

Del dentista biellese che è andato a farsi vaccinare con la tuta siliconata da big Jim già sappiamo tutto e vi ho riferito ieri. Ci torno sopra solo per dirvi che mai come in questo caso, del fallito colpo del solito furbacchotto, stanno parlando tutti, ma tutti davvero, in tutto il mondo.

Eitan è tornato. Dopo 84 giorni trascorsi con i nonni materni a Tel Aviv, dove era stato portato con un vero e proprio rapimento, il bambino di sei anni scampato alla strage della funivia è di nuovo a Pavia con la zia paterna. Lo ha disposto, anche dopo i ricorsi, la giustizia di Tel Aviv. La testata israeliana Walla riferisce che i giudici hanno sottolineato che il bambino si trasferì in Italia, con i genitori, quando aveva un mese di età e che dunque la sua vita è qui e qui è giusto che continui.

https://news.walla.co.il/item/3474829

La transizione ecologica viaggi anche sulle navi da crociera e, sul sito brasiliano Panrotas, leggo che la Costa Crociere ha ricevuto la sua terza nave alimentata a GNL, gas naturale liquefatto. Consegnato a Turku, in Finlandia, il transatlantico sarà operativo da Marzo sulla rotta Savona – Marsiglia – Barcellona – Valencia – Palermo – Civitavecchia. Dall’autunno poi si sposterà in Brasile. L’utilizzo del GNL permette la quasi completa eliminazione di ossido di zolfo e di particolato; significativa anche la riduzione di CO2. 

https://www.panrotas.com.br/mercado/cruzeiros/2021/12/costa-toscana-e-inaugurado-como-terceiro-navio-movido-a-gnl_186105.html

Case a un euro nell’Italia del Sud e delle campagne. Ecco quello che può succedere. Lo racconta da Londra The Sun precisando l’ovvio, e cioè che non è tutto oro quel che luccica. E allora attenzione a tutto quello che si aggiunge all’euro simbolico. Primo fra tutti il notaio che, se tutto va bene, non costa meno di tremila euro. Ma spesso non si trova, o si trova quando i tempi si sono fatti troppo lunghi; mai anticipargli il compenso in attesa del vostro arrivo, anche se ve lo chiede. Attenti anche che il proprietario dell’immobile sia uno solo, quello che vende; non è raro che compaiano coeredi a rovinare la festa. E quando arredate, soprattutto se avete comprato il luoghi remoti, valute l’opportunità di farvi portare gli arredi da fuori.

https://www.thesun.co.uk/travel/16932332/italy-one-euro-homes-cheap/