Ristretto Italiano – 5 dicembre 2023

Ristretto Italiano – 5 dicembre 2023

Da oggi, come ho anticipato nei giorni scorsi, ogni episodio si aprirà con gli Highlights, con i principali titoli di casa e quindi, per cominciare, vi dirò che per quanto riguarda la cronaca oggi, sulla stampa italiana, si scrive dei funerali di Giulia Cecchettin, dell’inchiesta disciplinare aperta, per il suo libr,o sul generale Vannacci il giorno dopo l’avanzamento di carriera, della data fissata per il processo ai quattro 007 indagati per l’omicidio Regeni, processo che finalmente si farà. Per la politica, invece, continua a tenere banco il dopo raduno sovranità di Salvini a Firenze con le ripercussioni di questo suo posizionamento alla destra della già estrema destra sui partner di governo, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Ed è proprio da qui che cominciamo anche con il nostro Ristretto in quanto dei nazionalismi radunati a Firenze si parla anche fuori dai nostri confini, diciamo soprattutto in Europa

LE MONDE: MATTEO SALVINI RICEVE A FIRENZE I SUOI ALLEATI EUROPEI, ALLA PRESENZA DI JORDAN BARDELLA MA SENZA MARIN LE PEN

E, spiega Le Monde, Le Pen non era l’unica assente tra i leader delle destre europee in quanto mancava anche il vincitore delle elezioni nei Paesi Bassi Geert Wilders.

Un incontro, continua sempre l’autorevolissima testata parigina, che ha avuto anche una dimensione di politica interna in quanto Meloni, alleata più per necessitò che per simpatia con Salvini è più in linea con gli spagnoli di Vox e i polacchi di Diritto e Giustizia. E sulle assenze fiorentine Le Monde spiega che, al contrario di Salvini che si gioca l’ultima spiaggia sposando l’intolleranza a 360 gradi (diritti, migranti, Europa, eccetera), la Le Pen sta cercando incede di virare un po’ verso un centro più commestibile, l’unico campo – Meloni insegna – dove ha le carte per strappare la presidenza a Macron.

@@@

E per rimanere su quelle che ho chiamato le intolleranze, più precisamente sull’odio etnico e sulla guerra ai migranti, sul fronte italiano c’è un’altra nave umanitaria sequestrata, l’imbarcazione tedesca Humanity 1.

Numerosi, soprattutto, gli articoli tedeschi, tutti da prima pagina, in Germania.

DER SPIEGEL scrive che l’equipaggio aveva salvato 200 migranti, la maggior parte già in acqua, senza attenenersi alla legge italiana che impone loro di far rotta verso il porto assegnato, dopo il primo soccorso, senza fermarsi altre volte per altri interventi.

Lo schema è quello dell’”OK, salvate, ma poi via andare al porto assegnato che non à quasi mai quello più vicino. Se ricordate a principio vennero assegnati anche porti come Ravenna e La Spezia per salvataggi sotto la Sicilia.

Precisa ancora Spiegel che la nave è stata sequestrata nel porto di Crotone per venti giorni durante i quali non potrà più prestare alcun soccorso

I soccorritori civili in mare – conclude la redazione tedesca – sono una spina nel fianco del governo italiano di Giorgia Meloni che ha inasprito le misure con una legge che prevede multi e arresti.

@@@

Abbandoniamo le pesantezze, in questo giorno di festa, almeno per noi, e facciamo un po’ di gossip.

Per esempio su quel parrucchiere per uomo arrestato a Genova dopo che gli occhiuti finanzieri avevano notato che entravano prevalentemente uomini calvi

Titola la RAZON: DETENIDO UN PELUQUERO NARCOTAFICANTE AL OBSERVAR QUE LA MAYORIA DE SUS CLIENTES ERAN CALVOS

Che poi la notizia è tutta qui. I clienti più che di un taglio cercavano droga  mente magari per confondere le acque si facevano dare una sistematica alla barba. E una volta entrati nel negozio i carabinieri hanno trovato hashisc, coca, bilancini e bustine.

Altro gossip, dal DAILY MAIL che in quanto a questo non ha nulla da imparerà. Titolo L’UOMO PIU BELLO D’ITALIA ABBANDONA GLI SHOOTING DI MODA E DIVENTA PRETE.

Che spreco, eh… Lui, Edoardo Santini, oggi 21enne, nel 2019 era stato votato il ragazzo più bello d’Italia dopodiché aveva intrapreso una strada da fotomodello. Diceva che voleva studiare da attore. E invece è entrato in seminario.

E’ un desiderio che mi porto dietro fin da quand’ero piccolo – ha detto – ma paure di vario tipo mia avevano frenato. E sulla pagina Instagram ha aggiornato il profilo con la didascalia “Sono cristiano … voglio diventare un prete”. Basiti i settemila followers.

@@@

Chiudo con Sanremo in quanto pare che, oltre ad essere già cominciata la campagna in Italia con la presenza di Amadeus in tutti i TG, anche all’estero se ne cominci a scrivere.

E da Lussemburgo c’è Eurovision Sun che, il giorno dopo la comunicazione dei partecipanti, ha cominciato a pubblicare le prime quote di scommessa.

Dunque, secondo i bookmakers, visto chi ci sarà, i più favoriti alla vittoria sono, udite udite, i Negramaro mentre in seconda posizione, sempre per puntate, si trovano a pari merito Annalisa e Mahmood.

Vi dico solo che Sanremo si terrà dal 6 al 10 febbraio. E che mancano ancora più di due mesi.