Ristretto Italiano – 6 febbraio 2022

Ristretto Italiano – 6 febbraio 2022

Transizione verde: 73mila posti a rischio nel settore automobilistico. L’Italia ha scelto un presidente per la stabilità ma potrebbe non durare a lungo. Provocazione riuscita: di Achille Lauro di parla anche sui giornali statunitensi. Condannato a sette anni e mezzo Don Euro, il parroco di massa che estorceva denaro ai ragazzi che si prostituivano.

73mila i posti di lavoro messi a rischio, in Italia, dalla transizione ai veicoli elettrici. Il nuovo allarme, come pubblica Reuters, arriva dai sindacati dei metalmeccanici. Qui da noi il comparto potrebbe essere colpito più che altrove considerate le piccole dimensioni delle imprese e i limiti imposti dal piano climatico Fit for 55 dell’Unione Europea. Già la produzione di auto è scesa dal milione e 800mila unità del 1997 alle 700mila dello scorso anno in un settore che, direttamente o indirettamente, dà lavoro a 278mila persone e rappresenta circa il 6 per cento del prodotto interno lordo. Il ministro dello sviluppo economico ha già annunciato incentivi a sostegno del settore. Stellantis, da parte sua, ha precisato di non aver chiuso ancora nessun accordo con Roma.

https://money.usnews.com/investing/news/articles/2022-02-03/electric-car-transition-puts-over-70-000-jobs-at-risk-in-italy-unions-and-lobby-say

L’Italia ha scelto un Presidente per la stabilità, potrebbe non durare a lungo, scrive di noi l’edizione europea di Politico, rivista americana di analisi internazionale. Il dream team politico non cambia – leggo nell’articolo – ma i comprimari rischiano di mandare in frantumi le migliori intenzioni. Le zuffe scoppiate tra le formazioni nei giorni del voto hanno aperto ferite che non si rimargineranno rapidamente. L’unità di destra sta crollando con i leader che minacciano di formare nuovi partiti e cementare alleanze diverse, ed è scoppiata la partita per la leadership all’interno dei 5 stelle. Nuove tensioni che stanno minando la tenuta del governo e, di conseguenza, stanno riducendo l’efficacia delle riforme nel momento in cui deve arrivare la nuova tranche del Neo Generation EU. Il voto politico sarà da convocare entro giugno 2023.

https://www.politico.eu/article/italy-president-mattarella-stability/

Crux Now, la testata statunitense di sole notizie che riguardano la Chiesa Cattolica, si occupa della performance dell’autobattesimo di Achille Lauro a Sanremo raccontando ai suoi lettori ciò che ha capito della dinamica del finto incidente col Vaticano. E poi spiega ai suoi lettori, che poco sanno delle nostre gare canore, che Sanremo è l’annuale festival della canzone kitch – testuale – che, per una settimana ogni inverno, domina la programmazione televisiva italiana. Narra la leggenda . Leggo ancora – che il concorso canoro dell’Eurovision – questo si che lo conoscono – abbia preso ispirazione proprio dalla rassegna musicale nata nell’immediato dopoguerra per valorizzare l’economia della cittadina ligure. Poi, per farsi capire ancora meglio, spiega che solo un anno fa, proprio a Sanremo, è nato il successo mondiale dei Maneskin, gruppo che anche i lettori americani conoscono.

https://cruxnow.com/church-in-europe/2022/02/vatican-italy-bishop-slam-profane-sanremo-performance

Altre cose di chiesa dall’Italia sul Guardian che si occupa di Don Euro, l’ex sacerdote Luca Morini, ex parroco di Massa, ridotto allo stato laicale dopo la scoperta dei festini per organizzare i quali chiedeva denaro ai suoi fedeli e altro ne estorceva quando gli riusciva. Ora si riparla di lui, in Italia come all’estero, per il processo che lo ha condannato a sette anni e mezzo di reclusione per estorsione, appunto, e per sostituzione di persona. Per farsi consegnare dai suoi escort, infatti, si faceva passare per giudice. Durante l’inchiesta sono stati sequestrati 700mila euro e Pietro pressione per altri 150mila. Quattro in totale i ragazzi che si erano costituiti parte civile.

https://www.fanpage.it/attualita/festini-escort-e-lusso-coi-soldi-dei-fedeli-don-euro-condannato-a-sette-anni-e-mezzo/

Il sito rumeno Impact insegna ai suoi lettori come prepara le famose polpette siciliane di patate, specie di crocchetta che io non conoscevo, e quindi vado a leggere ad alta voce, così potremo raccontarci fra i noi il risultato. Dunque. Per l’impasto 1 kg di patate da cuocere in acqua salata e poi schiacciare dopo averle lasciate raffreddare. Poi quattro uova, 250 grammi di formaggio grattugiato del tipo che preferite, 120 grammi di pesto siciliano, prezzemolo e menta a piacere, sale e pepe. Mescolare, lasciare amalgamare, fare le polpette e friggere. Difficoltà zero. Ai rumeni che lo ripropongono piacciono molto. Perché non dovrebbero piacere a noi?

https://www.impact.ro/cum-se-fac-chiftelele-siciliene-din-cartofi-secretul-pe-care-il-folosesc-bucatarii-din-italia-302206.html