Ristretto Italiano – 6 marzo 2022

Ristretto Italiano – 6 marzo 2022

Proprietà russe in Italia: partite le confische. E gli oligarchi licenziano i propri dipendenti italiani. Alternative al gas russo: Di Maio ieri in Qatar; Draghi e Cingolani domani dalla Von Del Leyen. Salvini: un peso sempre più ingombrante per il governo Draghi

Partite, in Italia, le confische delle proprietà dei magnati russi. Bloccato un lussuoso panfilo di Alexei Mordashov, uno degli uomini più ricchi di Russia. Sequestrati anche gli yacht di Hennadiy Tymchenko, uomo d’affari con stretti legami col presidente russo Putin e di Oleg Savchenko, governatore del distretto di Kaluga e imprenditore edile. Tutti gli atti, riporta il sito spagnolo Europa Press, sono avvenuti alla presenza dei rispettivi avvocati. Il valore complessivo delle due imbarcazioni è stimato in 140 milioni di euro. Alexei Mordashov, imprenditore nel campo energetico, metallurgico e minerario, dal giorno dell’attacco all’Ucraina avrebbe già perso 4 miliardi e 200 milioni di euro. 

https://glavcom.ua/world/observe/italiya-areshtuvala-yahti-dvoh-rosiyskih-oligarhiv-827010.html

https://www.europapress.es/internacional/noticia-italia-confisca-yates-tres-oligarcas-rusos-estaban-atracados-puertos-italianos-20220305044623.html

Ecco perché i sardi sono disperati per le sanzioni contro i miliardari russi. Ne scrive da Belgrado la Radio Televisione Serba che spiega come l’Italia, paese membro dell’Unione Europea, non possa sottrarsi al congelamento dei beni degli oligarchi russi e delle loro società. L’effetto collaterale sull’economia della Sardegna è pesante. Personale domestico, giardinieri, operatori della security stanno ricevendo le lettere di licenziamenti e ciò che sta accadendo sull’isola accadrà presto in Toscana e nelle altre regioni dove i miliardari russi hanno proprietà. Per il terzo anno, dopo i due di Covid, mancheranno i potenziali 44mila turisti russi. Il servizio, indiscutibilmente dalla parte di Mosca, conclude giudicando assurda la grande censura in atto in Italia contro tutto ciò che da di Russia, dalla rimozione del direttore della Scala, al boicottaggio di giornalisti e intellettuali. 

https://www.rts.rs/page/stories/ci/story/3395/rat-u-ukrajini/4726291/rat-ukrajina-sardinija-sankcije-ruski-milijarderi-.html

L’Italia rafforza i legami energetici col Qatar sulla scia della crisi ucraina. Il titolo è della britannica Reuters che parla del viaggio del ministro Di Maio ieri a Doha per discutere della cooperazione energetica fra i due Paesi. Lo stato del Golfo è ricco di gas e altri colloqui ci sono stati nei giorni scorsi tra il nostro premier Draghi e l’emiro del Qatar. Il viaggio di Di Maio, che non era stato annunciato, sede di pochi giorni quello, con lo stesso scopo, in Algeria. Per domani è previsto un incontro di Draghi, e del ministro alla transizione energetica Cingolani con la presidente ruopea Von Der Leyen. Obiettivo fissare il prezzo massimo per l’acquisto delle forniture dalla Russia.

https://www.reuters.com/world/europe/italy-looks-boost-energy-ties-with-qatar-wake-ukraine-crisis-2022-03-05/

Salvini sta diventando un peso sempre più ingombrante per il governo Draghi. Lo scrive RDN, gruppo editoriale tedesco proprietario di numerose testate locali. L’articolo fa riferimento alla riforma del catasto, approvata nei giorni scorsi per un solo si in più a causa dei voti contrati di Lega e Forza Italia, partiti che formalmente sostengono il governo. In caso contrario – spiega l’articolo ai suoi lettori tedeschi – Mario Draghi era pronto a andare dal Presidente della Repubblica a dimettersi. Il capo della Lega, che ancora poco tempo fa aveva definito Putin il più grande statista del mondo – continua il servizio – ora si è trasformato in agosto della pace annunciando che nei prossimi giorni si recherà al confine ucraino-polacco per promuovere la cessazione delle ostilità. Meglio sarebbe – conclude caustico il pezzo – che andasse a Mosca a trattare con Putin.

https://www.rnd.de/politik/italien-lega-chef-salvini-wird-fuer-regierungschef-draghi-zur-immer-groesseren-belastung-JITY72HHGZGMZF3D5SXZDVU7Q4.html

L’Italia è pronta a ospitare le rimanenti partite del campionato di calcio ucraino, parola del presidente della FIGC Pasquale Gravina. Trovo la notizia sui maggiori siti sportivi ucraini. La Federazione gioco calcio intende così rispondere in maniera concreta alle richieste di aiuto. Sto vivendo male l’attacco russo – ha detto il presidente – così come tutti coloro che hanno a cuore il rispetto per la vita e la dignità umana. Il mondo del calcio sta dimostrando una compattezza mai riscontrati prima.

https://news.superscommesse.it/calcio/2022/03/guerra-in-ucraina-gravina-484990/