Ristretto Italiano – 8 ottobre 2021

Ristretto Italiano – 8 ottobre 2021

Angela Aufwiedersen: seguito internazionale alla giornata romana della Merkel; Torino-Lione non solo noTav: Parigi temporeggia sull’Alta Velocità; Rachele Mussolini dopo il pieno di preferenze in Campidoglio: ho tanti amici di sinistra; Azzurri: tutti parlano della Spagna che interrompe a 37 la serie delle vittorie italiane.

Il viaggio italiano di fine mandato di Angela Merkel, ieri a Roma per incontrare e salutare Draghi e il Papa, è stato seguito con interesse dalla stampa internazionale. Il portale web svizzero Swiss Info apre il servizio con la richiesta che Mario Draghi ha rivolto alla Cancelliera affinché Italia e Germania coordinino meglio le rispettive posizioni su ambiente e energia, in particolare per quanto riguarda l’impatto sulle imprese. L’impennata dei prezzi del gas natural nell’ultimo hanno sta provocando gravi ripercussioni su tutti i Paesi del Sud Europa che ora cercano alternative per mitigare l’impatto dei costi su famiglie e imprese; il rischio è però che i riflessi si facciano sentire anche sul dibattito europeo relativo al percorso comune per arrivare a un’economia completamente senza carbone entro il 2050. Draghi, nel ricevere Merkel, ha sottolineato il ruolo che la cancelliera ha avuto nel plasmare l’Europa degli ultimi 16 anni; anni durante i quali ha attraversato recessione, crisi dell’euro, pandemia guidando sempre il Paese con calma, determinazione e sincero europeismo. E Merkel ha ricordato il ruolo di SuperMario nel salvataggio dell’Euro nel 2012 affermando che sulla moneta comune i Paesi dell’Unione devono continuare a scommettere.

https://www.swissinfo.ch/spa/italia-alemania_draghi-pide-a-alemania-posici%C3%B3n-com%C3%BAn-en-energ%C3%ADa-ante-el-impacto-en-empresas/47010206

Pensavate che il progetto dell’Alta Velocità Torino Lione fosse un problema solo per l’Italia con i suoi NoTav? Nulla di più sbagliato se una rivista scientifica come la francese Enviscope arriva a titolare “Accesso francese al tunnel transalpino: Europa e Italia spingono la Francia a mettersi in gioco”. In realtà, se l’Europa spinge per il corridoio ferroviario che va dal Portogallo all’Ungheria, e se in Italia da oltre vent’anni i No Tav si mettono di traverso in modo anche violento, da Parigi le alte sfere temporeggiano. Nei giorni scorsi, riferisce la rivista francese di settore, a Lione si è tenuto in Comitato dell’Assemblea Generale per fare il punto sull’ambizioso progetto europeo. Il progetto di una via ferrata che toglierà la maggior parte del traffico su gomma sulla rotta che attraversa orizzontalmente l’Unione. Il governo Draghi – è stato detto – ha confermato i lavori sul versante italiano. La Francia faccia lo stesso.

https://www.enviscope.com/acces-francais-au-tunnel-transalpin-leurope-et-litalie-pressent-paris-de-sengager/

Pieno di preferenze alle amministrative romane per Rachele Mussolini, figlia di Romano e nipote del Duce. In corsa con Fratelli d’Italia, con 8200 voti, ha ottenuto il punteggio massimo. Ne parla dal Belgio Soir Mag. Al suo secondo mandato da consigliere la Mussolini nega che la sua popolarità abbia a che fare col suo cognome e, come di solito fa chi vuole allontanare da sé sospetti di omofobia, ha cinguettato “Ho tanti amici di sinistra…”

https://www.google.com/search?q=rachele+mussolini&rlz=1C5CHFA_enIT954IT954&oq=rachele+mussolini&aqs=chrome..69i57j46i131i433i512j0i20i131i263i433i512j0i131i433i512l4j0i3j0i131i433i512l2.3195j0j15&sourceid=chrome&ie=UTF-8

In Italia una squadra di calcio formata da migranti e rifugiati. E’ il Sant’Ambreus FC, è di Milano – come Sant’Ambrogio, e ne parla dalla Francia Yahoo!Actualités. E’ il primo esempio di squadra del genere a essere affiliata alla Federcalcio Italiana. Daniene Raduazzo, il direttore sportivo, ha detto “Utilizziamo il calcio come mezzo di integrazione sociale, scambio, conoscenza e una grande opportunità per combattere il razzismo. Il club è nato nel 2016 e ancora i suoi dirigenti non hanno finito di combattere contro le leggi italiane che regolano il soggiorno dei giocatori nel nostro Paese. Questo non è solo uno spot per l’integrazione – commenta il giornalista francese – ma l’essenza stessa del calcio.

https://fr.news.yahoo.com/italie-club-football-r%C3%A9uni-migrants-083827555.html

E, rimanendo sul calcio, si fa un gran parlare in tutto il mondo, della partita che ha interrotto la serie ininterrotta di vittorie italiane, 37, che sembrava non finisse mai. Non ho che l’imbarazzo della scelta. Prendo la notizia dall’americano  Daily Herald che titola “La corsa record dell’Italia si è conclusa con la sconfitta per 2-1 in Nation League contro la Spagna. La partita di San Siro – commenta la testata di Chicago – davanti a un pubblico appassionato da tutto esaurito è stato giocata con un ritmo elevato sin dall’inizio e con possibilità concrete di vincere da entrambe le parti

https://www.dailyherald.com/article/20211006/sports/310069917/