Ristretto Italiano – 9 aprile 2022

Ristretto Italiano – 9 aprile 2022

Russia-Ucraina: Italia sempre al centro delle recriminazioni di Mosca. I profughi ripopolano i piccoli borghi abbandonati: l’esperienza di Migliano, in Garfagnana. Turista in Italia la neo pensionata Angela Merkel. Ancora deserta l’asta della Villa Boncompagni Ludovisi.

Italia ingrata. La Russia torna alla carica e ci accusa di avere dimenticato tutto il bene ricevuto nelle settimane buie del Covid con l’arrivo delle squadre da Mosca. Le parole della diplomatica russa Maria Zacharova sono riprese, dall’altra parte del mondo, dalla rete brasiliana Universo On Line, compresa l’annotazione secondo la quale tanti cittadini italiani scriverebbero al Cremlino per dire che si vergognano del loro governo. Cioè il nostro. Poco dopo Draghi ha avuto modo di ribadire che le uniche cose indecenti sono le stragi cui assistiamo ogni giorno. L’articolo conclude rimarcando che il governo italiano è sostenuto da due paesi fino a poco tempo fa dichiaratamente filtrassi come la Lega e il Movimento 5 Stelle, precisando però che entrambi hanno condannato l’invasione dell’Ucraina.

https://noticias.uol.com.br/ultimas-noticias/ansa/2022/04/07/russia-chama-posicao-da-italia-sobre-sancoes-de-indecente.htm

Dopo tanti anni le piccole strade di Migliano, villaggio di 500 anime, del nono secolo dopo Cristo, nel cuore della Garfagnana, si sono ripopolate di bimbi che giocano e si rincorrono. E, come racconta l’americana Forbes, a ridare vita a uno delle centinaia di centri spopolati nell’ultimo secolo, sono una squadra di piccoli profughi ucraini provenienti da un orfanotrofio di Leopoli. Bimbi arrivati assieme a dieci assistenti, tutti ospitati nella foresteria del Santuario di Maria Santissima della Stella.

https://www.forbes.com/sites/rebeccahughes/2022/04/08/a-tiny-italian-village-becomes-new-home-for-ukrainian-orphans/

Contestato in Italia, e osteggiato dalla comunità Ucraina, il gala con ballerini russi e ucraini andato in scena al San Carlo di Napoli ha riscosso un apprezzamento internazionale. Il periodico statunitense Mother Jones sottolinea come mentre la guerra infuria e i leader globali si perdono in speculazioni sulle sanzioni internazionali, gli artisti stanno trovando modi più personali, e solidali, per raccogliere fondi; quelli di Napoli, nello specifico, per la Croce Rossa internazionale. 

https://www.motherjones.com/recharge/2022/04/ukrainian-russian-antiwar-ballet-dancers-for-peace/

Primi mesi di pensione in Italia per Angela Merkel che, come documenta l’amburghese Norgen Post, è stata sorpresa a passeggio col marito sia per le strade di Firenze sia per quelle di Roma. Niente da stupirsi di una scelta peraltro più volte annunciata (quante volte, in visita ufficiale, aveva detto “qui ci ritornerò con più tempo); ciononostante le polemiche non sono mancate. L’ambasciatore ucraino in Germania, in un tweet di commento alla strage di Bucha, ha scritto “Certo per le strade di Firenze non ci sono donne e bambini assassinati. Si goda l’arte e la cultura”

https://www.mopo.de/news/panorama/entspannter-trip-hier-geniesst-angela-merkel-ihren-ruhestand-in-italien/

Doppia cittadinanza italo-argentina per i 30milioni circa di argentini che hanno almeno un parente italiano nel proprio albero genealogico. Tutta la stampa di Buenos Aires dà risalto all’incontro di Roma tra la nostra ministra dell’Interno, Lamorgese, e il suo omologo argentino Vado de Pedro. Gli aventi diritto dovranno ora richiedere il nostro passaporto presentando i certificati di nascita, matrimonio e morte di tutti gli antenati che li riconducano al nostro Paese. E con il passaporto italiano avranno libero accesso e transito in tutti i Paesi dell’Unione Europea e la possibilità di esercitare una professione in ognuna di queste nazioni.

https://www.perfil.com/noticias/sociedad/ciudadania-italiana-agilizar-tramite-para-argentinos.phtml

Ancora una volta deserta l’asta per la vendita di Villa Aurora, la grande proprietà romana di 2.800 metri quadri dei Boncompagni Ludovisi oggetto di una disputa legale tra la vedova e i tre figli di primo letto del Principe Nicolò. Nonostante l’affresco del Caravaggio su un soffitto, la scultura di Michelangelo in un giardino, un altro Guercino a una parete e un cannocchiale appartenuto a Galileo nemmeno il prezzo ribassato a 377 milioni ha fatto gola a nessuno. Prossimo round a giugno con un altro 20 per cento di ribasso. Pare che Bill Gates sia interessato, mentre esiste una raccolta di 35mila firme affinché la proprietà venga acquistata dallo Stato Italiana e adibita a sito culturale.

 

 

https://www.theguardian.com/world/2022/apr/07/rome-villa-caravaggio-only-ceiling-fresco-fails-sell-again