Ristretto Italiano – 9 gennaio 2022

Ristretto Italiano – 9 gennaio 2022

Omicron: concentrati su Italia, Francia e Stati Uniti la metà dei contagi del mondo.  NoVax in ospedale 25 volte in più rispetto ai vaccinati. La classifica delle auto più vendute in Italia: domina Fiat. Il marmo restituito alla Grecia domani verrà ricollocato sul Partenone.

Stati Uniti, Francia e Italia concentrano la metà dei casi di Covid di tutto il mondo. Ne parla l’agenzia di stampa brasiliana Banda B che, citando Our World Data riferisce che su due milioni e 520mila casi in tutto il mondo al 6 gennaio, noi tre soli ne abbiamo totalizzati 1 milione e 269mila. E l’altro dato ancora più preoccupante è che nella sola prima settimana dell’anno, in una sola settimana, i contagi nel mondo sono più raddoppiati passando da uno a due milioni e mezzo.

https://www.bandab.com.br/internacional/eua-franca-e-italia-concentram-metade-dos-casos-de-covid-do-planeta/

E, per quanto riguarda i ricoveri,  dalla Spagna l’agenzia di stampa EFE scrive che i non vaccinati finiscono nei reparti di terapia intensiva 25 volte virgola 6 più di chi ha ricevuto tre dosi. Questo grazie alle misure urgenti adottate dal governo italiano per arginare Omicron. Il tasso di ricovero è di 23 non vaccinati su 100mila abitanti e di 0,9, ogni centomila abitanti, per chi ha ricevuto le tre dosi.

https://www.efe.com/efe/espana/sociedad/los-no-vacunados-25-veces-mas-en-la-uci-que-tienen-3-dosis-italia/10004-4713284

Volete provare a indovinare qual è l’auto più venduta in Italia? ONU Noticias, dal Messico, pubblica la classifica e scopriamo che al primo posto c’è la Panda, che si riconferma regina del mercato, con oltre 112mila vetture vendute nel 2021. Seconda, distante, la fiat 500 con 44mila esemplari e a ruota la Ypsilon con 43mila. Poi Jeep Renegade, Yaris. La classifica per produttori vede dunque prima Fiat, seconda Volkswagen, terza Toyota.

https://www.onunoticias.mx/los-coches-mas-vendidos-en-italia-en-2021/

Vi riferivo nei giorni scorsi della notizia riguardante la restituzione alla Grecia, di un marmo del Partenone, da parte del museo Salinas di Palermo dove si trova da due secoli. Ebbene. Ora leggo su diverse testate greche che il piede della Dea, o Frammento Fagan, verrà ricollocato domani, con una cerimonia, nel Fregio Orientale del Partenone. Non più in un museo ma nel suo luogo naturale a riprova, se qualcuno avesse ancora qualche dubbio, che più che di un prestito quadriennale – come formalmente è – sarà una restituzione a tutti gli effetti. E ora Atene stringe le richieste sul British Museum.

https://gnomip.gr/2022/01/08/trausma-gluptwn-apo-thn-italia/

Un’attesa mostra di pittori e scultori italiani a cavallo tra la fine del diciannovesimo secolo e l’inizio del ventesimo, sarà inaugurata a New York, a fine mese, presso il Centro per l’Arte Moderna Italiana. La rivista Forbes spiega come Staging Injustice [Portando in scena l’ingiustizia – Questo è il titolo] presenterà artisti italiani mai esposti prima negli Stati Uniti, nomi come Alciati, Carminati, D’Orsi, Luigi Nono. La mostra, visitabile fino a metà giugno, proporrà quattro temi attuali allora come ora: la migrazione, la protesta, il lavoro, l’ingiustizia sociale.

https://www.forbes.com/sites/risasarachan/2022/01/07/staging-injustice-italian-art-show–opening-at-cima/?sh=4d58998744e3

Mainichi, popolare testata giapponese, racconta la storia di Leo Tomiselli, il ragazzo che partì dall’Italia, per un mese in Giappone, nel febbraio del 2020 e che rimase incastrato a Tokyo dalla pandemia. In realtà a fine aprile si sarebbe aperta una strada per il ritorno con un volo speciale dell’ambasciata ma la madre, di origine giapponese, gli sconsigliò il ritorno dal momento che avrebbe dovuto affrontare il lockdown in corso e la pandemia. Ospite nei primi mesi da conoscenti di famiglia, oggi Leo racconta di avere avuto moltissime difficoltà nell’apprendimento della lingua scritta, e di essere stato licenziato molte volte nonostante i lavori umili che accettava di fare. E poi il lieto fine: dallo scorso giugno lavora in una società di elettronica e ha già trascorso in Giappone il secondo capodanno.

https://mainichi.jp/english/articles/20220108/p2a/00m/0na/002000c