Risttretto Italiano – 28 febbraio 2022

Risttretto Italiano – 28 febbraio 2022

Russia-Ucraina: Nuovo stato di emergenza in Italia. Business is business: aziende pubbliche italiane hanno trattato affari con Mosca fino alla settimana scorsa.  Sanzioni: dal 2014 le piccole e medie imprese italiane hanno perso più di 27 miliardi.

Nuovo stato di emergenza in Italia, questa volta per fare fronte alla crisi Ucraina. Servirà, come leggo dal sito greco Skai, per l’immediata mobilitazione della protezione civile a favore della popolazione Ucraina. In suo aiuto verranno stanziati 110 milioni di euro; altri 174 serviranno al potenziamento della nostra presenza militare all’interno della Nato. 11 milioni, infine, sono stati destinati a potenziare la protezione dell’ambasciata, dei consolati e degli istituti di cultura italiani nelle città ucraine.

https://www.skai.gr/news/world/polemos-stin-oukrania-se-katastasi-ektaktis-anagkis-i-italia-gia-3-mines

L’Italia ha discusso di affati con la Russia fino a pochi giorni prima dell’aggressione. Lo scrive la testata statunitense Bloomberg. Alti funzionari dei due Paesi fino all’ultimo hanno trattato potenziali investimenti commerciali per centinaia di milioni di euro, compresa una possibile partnership tra Ansaldo e la russa Nord Energo Group. Poi l’Enel avrebbe incontrato la russa Sberbank per un investimento in partnership nella slovacca Slovenske Elektrarne; circostanza però smentita da un portavoce ufficiale di Enel. Sebbene le posizioni siano cambiate, dopo il 24 febbraio, la testata finanziaria americana sottolinea come sulle sanzioni si continui a discutere.

https://ca.finance.yahoo.com/news/italy-sought-russian-deals-shortly-180928612.html?guccounter=1&guce_referrer=aHR0cHM6Ly93d3cuZ29vZ2xlLmNvbS8&guce_referrer_sig=AQAAAAAe13Qyme8VZ-rgSylNf3iRFc5eD5nRopJL55k5WshDmuFaNww7LTLWNaSxbZlXutJxa5jhhfPQ1UuVlSsoqK0RKVoiMx1w0FeAqclViXm6kFRL7dLIskGKI8MoSSk5G-nJnz6Wt6kbGjdUWt9OZYm_hrafRj-AxnZkZWH6QAne

E proprio sul costo, anche per noi che le applichiamo, delle sanzioni, Confartigianato fa sapere, come riporta l’agenzia di stampa russa Tass, che dal 2014 le piccole e medie imprese italiani hanno rinunciato ad affari con la Russia per 24 miliardi e sette di euro, circa tre all’anno, con una contrazione del 28 per cento, contro una media europea di cocasioni perdute del 22,2 per cento. Settori più colpiti moda e costruzione macchine. E TASS avverte; con le nuove sanzioni potrà solo peggiorare.

https://tass.com/economy/1411897

Case a un euro. L’Inglese Express mette in guardia i suoi lettori attraverso una serie di interviste a chi ha accettato l’invito di uno dei tanti comuni del nostro meridione che cercano in questo modo di ripopolarsi, se non altro di stranieri. Molti acquirenti si sono resi conto solo dopo di quanto denaro servisse per la ristrutturazione e per le spese legali legate al passaggio di proprietà. Danny McCubbin, 58 anni, già residente in Italia per lavoro, ha dichiarato al tabloid britannico di avere rivenduto la nuova proprietà in Sicilia dopo essersi accorto di come fosse difficile trovare chi la ristrutturava e di quanto denaro chiedesse. La ha rivenduta a un euro ma alla fine, tra soldi già spesi e finanziamenti perduti ci ha perso un 3mila euro. Ma, e questo è l’importante, non si è pentito.

https://www.express.co.uk/travel/articles/1572486/british-expats-italy-one-euro-homes

Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, il Trullo di Alberobello finisce sulla rivista giapponese ZakZak. Viaggiando nelle campagne della Puglia, nell’Italia Meridionale, vi capiterà di trovare una casa chiamata Trullo. Ha un tetto in muratura, conico, a forma di cappello; le pareti sono bianche. Si trtatta di un metodo di costruzione tramandato dalla preistoria, con pareti doppie separate da un’intercapedine attraverso la quale la pioggia che cade sul tetto viene convogliata in una cisterna sotterranea; doppia parete che ha anche la funzione di isolante termico sia col caldo sia col freddo. Ciò che tuttavia rende unico il trullo è la caratteristica del tetto realizzato impilando semplicemente pietre calcaree tagliate sottili che possono, all’occorrenza, essere smontate agevolmente.

https://www.zakzak.co.jp/article/20220227-7TMJ5XIQCZJ7ROHP7KH5JYSNSM/