Spiagge: sui sindaci lo scaricabarile del governo

Spiagge: sui sindaci lo scaricabarile del governo

Stessa spiaggia, stesso mare. Eterna spina del fianco di tutti i governi italiani, le concessioni balneari non promettono nulla di buono per chi si troverà a maneggiarle nei prossimi mesi. Dall’estero ci osservano, la stampa tedesca in particolare. Come Merkur che in un articolo dal titolo “Caos sulle spiagge italiane” spiega come, in uno scaricabarile dal tipico sapore italiaco, il governo se ne lava le mani concedendo ai comuni di procedere come in passato. Ovvero a rinnovare di anno in anno. Del tipo “firmate voi” che se alla fine qualcuno dovrà pagare sarà chi ha apposto le firme. E quindi, anello debole di questo gioco a evadere le normative cui gli altri Paesi europei si sono adeguati da lustri, saranno proprio sindaci, dirigenti comunali e impiegati.

Buongiorno a tutti. quello delle concessioni balneari è uno degli argomenti centrali dell’episodio odierno di Ristretto Italiano che, come ogni giorno, monitora che cosa scrivano dell’Italia e degli Italiani i giornali esteri.

Giornali esteri che, mentre la stampa nazionale di perde nella polemicuccia del giorno – oggi Acca Larenzia – illustrano come per Giorgia Meloni il vento sembra alla fine cambiato. Come da articolo del Financial Times che spiega come la nuova legge sui capitali della Meloni potrebbe ritorcersi contro l’Italia delle aziende. Una legge che alla fine, più che attirare, rischia di scoraggiare gli investimenti internazionali.

9 gennaio, buongiorno. Un’altra puntata di Ristretto Italiano si apre con Giorgia Meloni e con un commento fortemente critica sul suo disegno di legge sui capitali.

Nel Ristretto Italiano di oggi, dopo la scoperta che la Guardia di Finanza indaga per truffa Chiara Ferragni, troviamo un articolo tedesco sulla caduta dall’Olimpo degli influencer. In realtà ne continuano a scrivere molto i giornali europei. In particolare oggi leggiamo che cosa scrive la rete tedesca RND che titola “Nonostante le scuse le multinazionali si allontanano dall’influente Ferragni

L’Italia è travolta da una superinfluenza” Lo constata anche  Jim, dalla Francia a riprova che anche per il prezzo che gli italiani continuano a pagare ai malanni di stagione si scrive di noi.

Una classifica per chiudere. Ieri quella dei nomi di bambine più dati in Italia. Oggi la classifica delle regioni italiane in cui si mangia meglio stilate dalla rivista inglese Good Housekeeping.

Godetevela e se provate qualcuno dei ristoranti segnalati pensate agli amici e condividetela con noi. A domani e qui sotto il player per ascoltare la puntata.